SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In prossimità dell’8 marzo le donne non vogliono parlare solo di fiori. Il problema oggi è la disoccupazione. Da una indagine della Camera di Commercio di Ascoli Piceno e dall’assessorato al Lavoro provinciale, è emerso che le donne di San Benedetto del Tronto che non riescono a trovare un lavoro sono 5.410. Nello specifico le disoccupate tra i 30 e i 39 anni sono 1.719, mentre quelle tra i 26 e i 29 sono 600.

Dati dati emerge però anche una nota positiva. È cresciuto infatti, anche se di poco, il numero delle imprese “femminili”, ovvero gestite da donne: nel 2007 erano 1.259, mentre nel 2008 sono salite a 1.304 unità.

Per saperne di più, proprio domenica 8 marzo si terrà il Convegno “Donne e lavoro: utopia o conciliazione possibile?”, a partire dalla 9,30 presso l’auditorium Comunale di San Benedetto del Tronto.

Domenica si parlerà anche del Protocollo d’Intesa per la promozione di azioni volte a conciliare tempi di vita e lavoro, sottoscritto il 23 gennaio 2009.

In particolare si discuterà dell’applicazione dell’articolo 9 della legge 53/2000 che prevede finanziamenti fino a 1 milione di euro per un periodo massimo di 24 mesi, a favore di aziende che attuino progetti volti a facilitare la conciliazione tra gli impegni di lavoro e di cura familiare.

Al convegno pateciperanno la consigliera per le Pari opportunità Palma Del Zompo, insieme a Enrica Ciabattoni del Terziario Donna della Confcommercio, Nadia Beani del Comitato interprovinciale Confartigianato.

Presente anche l’imprenditrice Patrizia Balsamo, Grazia Brinchi responsabile nazionale Uil Pari Opportunità, Barbara Nicolai della segreteria provinciale Uil, Nunzia Pandoli dell’associazione “Adatta Firenze”, Irene Cicchiniello referente del Cna Provinciale e Maria Angellotti segretaria Confcommercio di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 903 volte, 1 oggi)