GROTTAMMARE – È stato approvato dalla Regione Marche e dai Comuni dell’Ambito territoriale sociale 21, e la domanda del progetto di sperimentazione di iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiore a 4 scade il 24 aprile 2009. Secondo i dati comunali, sono 36 le famiglie  grottammaresi che possono presentare richiesta di contributo per i nuclei familiari numerosi. Tutte le 36 famiglie di Grottammare riceveranno in questi giorni una lettera in cui il sindaco Luigi Merli e l’assessore alle Politiche sociali, Ada Tassella, invitano i capofamiglia a presentare richiesta. Nella lettera, oltre ai contenuti informativi (requisiti di accesso), è stato allegato anche il modulo di domanda.  Nello specifico, l’intervento è finalizzato alla riduzione delle spese per le utenze domestiche, raccolta dei rifiuti, fruizione delle mense scolastiche o accesso agli asili nido.

Il contributo è riservato ai nuclei familiari residenti nei 14 Comuni dell’Ambito territoriale sociale numero 21 e, secondo i dati forniti da quest’ultimo, gli aventi diritto sono  218 famiglie. Le risorse disponibili sono complessivamente quantificate in 45 mila e 675,36 euro. L’entità del buono una tantum varia da 100 a 300 euro per ogni singolo nucleo.

Per quanto riguarda Grottammare, delle 36 famiglie individuate, in 26 sono presenti 4 figli, in 7 ce ne sono  5, in 1 ne sono presenti 6 ed è l’unico Comune dell’Ambito in cui risiedono anche  1 famiglia con 7 figli e 1 famiglia con 8.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 441 volte, 1 oggi)