MARTINSICURO – «La replica del sindaco Di Salvatore alla nostra lettera sulla sicurezza è connotata da un profilo di assoluta mediocrità». Città Attiva risponde al primo cittadino di Martinsicuro che aveva considerato esagerata la richiesta del gruppo civico ai Ministri dell’Interno e della Sicurezza di inviare l’esercito in città.

«Senza rispettarne l’articolazione elaborata – si legge in una nota – ed argomenta sulla base di fatti che è lui né le forze politiche che sostengono una maggioranza ormai allo sbando possono confutare, il nostro primo cittadino evidenzia le uniche due righe utili alla propria causa, ovvero quelle in cui ci si dichiara disposti ad accettare come “extrema ratio” la soluzione dell’Esercito nella nostra città. Davvero preoccupante inoltre, la sua attitudine a normalizzare la portata di un problema molto serio e particolarmente avvertito dalla cittadinanza».

Il gruppo civico lamenta una totale assenza di dialogo tra maggioranza e opposizione sul tema sicurezza, il cui aspetto più evidente è stato la mancanza di informazione inerente l’aumento di due carabinieri assegnati alla locale stazione.

Città Attiva pertanto ribadisce con forza le necessità espresse nella lettera aperta e invita Di Salvatore a confrontarsi direttamente con i cittadini sulla questione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 496 volte, 1 oggi)