SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rafforzare la presenza dell’Università di Camerino in città: il rettore dell’ateneo, prof. Fulvio Esposito, ha incontrato lunedì mattina il sindaco Gaspari, con il quale ha parlato di ipotesi che potrebbero iniziare a concretizzarsi molto presto, non soltanto per quel che riguarda eventuali altri corsi di laurea rispetto a quelli attualmente offerti presso la sede del lungomare Scipioni, di Biologia e Biologia della nutrizione, ma anche per possibili master, corsi di specializzazione, formazione o altre forme di supporto all’economia.

La crescente attenzione per il benessere e la salute potrebbe ad esempio portare a forme di collaborazione più o meno “semplici” tra Università e territorio, che si tratti delle informazioni nutrizionali da riportare sui menù di alberghi e ristoranti, o un più generale impulso al settore della “fitness” e appunto del benessere. Potrebbero così sorgere centri integrati in hotel, che non a caso richiedono l’uso di macchinari e competenze specifiche. Per queste ragioni, nei prossimi giorni in Comune si svolgerà un altro incontro, alla presenza di operatori del settore e rappresentanti di associazioni di categoria, per valutare l’interesse intorno a queste ipotesi. A breve Comune e Università dovranno anche rinnovare la convenzione relativa alla sede dell’ateneo sul lungomare, presso i locali della ex G.i.l.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 647 volte, 1 oggi)