SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fine settimana movimentato sul versante della criminalità. Quattro arresti (due per un tentativo di furto all’Ipercoop, due per spaccio) e una patente ritirata per guida in stato di ebrezza.

Gli agenti dell’Arma dei Carabinieri del Comando di San Benedetto hanno intercettato presso la locale stazione ferroviaria due extracomunitari tunisini di rispettivamente 26 e 31 anni, pregiudicati e ricercati per numerosi precedenti legati all’attività di spaccio riferito a sostanze stupefacenti.

I due, oltre a denunciare false generalità, erano stati colpiti da mandato di espulsione dal territorio nazionale emesso a gennaio di quest’anno dalla Prefettura di Agrigento, e sono stati pertanto fermati con l’accusa di “false dichiarazioni di identità e inadempienza all’obbligo di espatrio”.

Sempre nel week-end i Carabinieri di Porto d’Ascoli sono dovuti intervenire presso il centro commerciale “Ipercoop” chiamati dal servizio di Sorveglianza in quanto due rumeni L.A. e D.B. di 25 e 28 anni avevano sottratto illegalmente alcune paia di calzature rimuovendo la placca del dispositivo antifurto.

I due, domiciliati a Pescara, sono stati tratti in arresto con l’accusa di “concorso in furto aggravato” ed associati al carcere mandamentale di Ascoli Piceno a disposizione delle Autorità.

Mentre è stata ritirata la patente ad un giovane ascolano che, nella notte tra sabato e domenica, è stato sorpreso alla guida della sua auto con un tasso alcolico di molto superiore ai limiti stabiliti dagli ultimi provvedimenti di legge. Per lui la denuncia è di “guida in stato di ebrezza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)