SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mancano due giorni alla sfida con il Portogruaro, che, in caso di mancata vittoria, potrebbe già significare una ipoteca (negativa) sui prossimi play-off: difficile fare 20 punti in undici partite, ancora più difficile farne 19 in 9 incontri, soprattutto se non si vince un incontro casalingo contro una diretta concorrente (alla cui guida c’è quell’Alessandro Calori che, ottenuto appena un punto in 5 partite, fu allontanato dai Tormenti all’inizio del campionato 2006-07: altri tempi, rispetto a quanto accaduto di recente). Proprio per questo, domenica c’è un solo risultato utile: la vittoria. Per questo, rinnoviamo l’invito, per almeno 90 minuti, di mettere alle spalle le polemiche, ed incrociare le dita.

Oggi, intanto, al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli, la Samb ha svolto la consueta partitella del giovedì, dove si sono messi in mostra Califano, autore di una doppietta, e Morini (un gol per lui). Intanto recuperano sia Forò che Titone, che si stanno allenando a parte, oltre che Caccavale, che però sarà disponibile per domenica prossima. Dopo l’allenamento pomeridiano al Ciarrocchi, la Samb svolgerà, sabato mattina, la consueta rifinitura finale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 810 volte, 1 oggi)