SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I problemi di fondo sulla sanità locale. Ne parla in una nota il presidente del circolo di Alleanza Nazionale di Porto d’Ascoli Benito Rossi: «Hanno radici ben insediate presso la Regione Marche per ciò dico al Consigliere Regionale Santori, per affrontare le questioni legate alle liste di attesa, oppure ai problemi legati all’emergenza urgenza, oppure ancora alle questioni legate alla erogazioni di servizi di qualità, occorrono investimenti economici in termini di risorse umane e/o tecnologiche. L’organizzazione è una responsabilità localistica. Giusto per sottolineare che la battaglia principale va sostenuta presso la Regione Marche altrimenti nella costa sambenedettese il rischio è quello di ragionare con i soliti quattro baiocchi. E’ pur vero che questa amministrazione stia clamorosamente evitando un confronto pubblico sui temi della sanità, forse perchè presi da altre questioni legate alla politica delle sezioni e ad alla politica del mattone ma mentre la prima non riguarda direttamente il cittadino la seconda ha la meglio sui problemi della sanità tanto è che venderanno pure la SAUB di via Romagna».

Aggiunge Rossi: «La Regione Marche continuamente pone paletti economici sulla spesa pubblica sanitaria locale ma non procede verso scelte chiare in termini di programmazione sanitaria pertanto l’effetto consequenziale è un vivacchiare senza portare allo scoperto le vere questioni legate alla politica sanitaria».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)