CUPRA MARITTIMA – Il problema degli infortuni sul lavoro è purtroppo attualissimo. Uno dei metodi per prevenirlo è informare i lavoratori di domani: i giovani. Questa operazione è diretta in particolare ai ragazzi dell’Istituto Professionale “Ceci” per i Servizi Commerciali e Turistici di Cupra Marittima che sabato 28 febbraio incontreranno il Giudice del lavoro del Tribunale di Fermo, il dottor Camillo Cozzolino.

L’incontro, dal titolo “Infortuni sul lavoro e sicurezza: una vecchia, nuova emergenza“, si terrà alle ore 10 presso l’aula magna dell’Istituto comprensivo di Cupra Marittima, ed è stato promosso dallo studio Sciarresi del foro di Fermo.

In particolare l’Avvocato Donatella Sciarresi e dalla Dottoressa Sarah Medori, le quali, in qualità di esperte del settore, approfondiranno particolari problematiche soprattutto relativamente alla delega di funzioni e l’inasprimento delle sanzioni in cui incorre il datore di lavoro nel caso di violazione delle disposizioni previste dalla nuova disciplina sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Spiegano dallo studio Sciarresi: «Ringraziamo il giudice Cozzolino per aver accettato la nostra proposta. Riteniamo che sia di fondamentale importanza per i giovani venire a contatto con la realtà del lavoro soprattutto dal punto di vista della sicurezza».

Il convegno è aperto a tutti coinvolge l’intero Istituto “Ceci” che da anni si è distinto non solo per essere all’avanguardia nelle tecnologie informatiche ma anche perché, attraverso i diplomi di “terza area” ha permesso ai ragazzi di avvicinarsi al mondo del lavoro in modo più consapevole anche grazie agli stage in aziende.

Il convegno ha dunque lo scopo di sensibilizzare gli studenti che si affacciano al mondo del lavoro sulle problematiche, purtroppo tristemente attuali e frequenti, relative ai rischi sulla sicurezza che possono verificarsi durante lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Nel corso della conferenza non solo verrà illustrato il decreto legislativo 81/2008 che si è reso necessario in seguito alle tragiche vicende, verificatesi dall’inadempimento generale delle norme sulla sicurezza, ma sarà un’occasione per dare spazio alle domande e ai dubbi dei ragazzi sull’argomento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 838 volte, 1 oggi)