SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «L’unico modo per salvare i bambini dal commercio degli organi è l’adozione a distanza»: è questo il messaggio che monsignor Josè Luis Azcona non smetterà mai di ripetere e che vuole diffondere. A tale scopo, il vescovo brasiliano incontrerà, lunedì 2 marzo alle 10, il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari.

Monsignor Josè Luis Azcona, è un vescovo missionario di Marajò, nello stato del Parà, alla foce del Rio delle Amazzoni in Brasile. L’incontro si svolgerà in Comune e partecipano anche i sindaci dei Comuni vicini a San Benedetto, e si svolge nell’ambito della campagna “I bambini rubati”, promossa dall’associazione missionaria “Croce del Sud”.

L’evento è stato organizzato in particolare da don Francesco Ciabattoni, presidente dell’associazione Croce del Sud, che arriverà a San Benedetto dall’Amazzonia insieme a monsignor Azcona.

Al momento l’associazione ha già attivato 100 adozioni a distanza, ma l’incontro in Comune e le successive iniziative previste nella zona di San Benedetto hanno lo scopo di migliorare tale risultato, e fornire un aiuto concreto a popolazioni in difficoltà, dall’incerto futuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)