ANCONA – «Il sostegno alle attività produttive è al centro della nostra azione di governo». Questo il commento dell’assessore alle Attività produttive, Fabio Badiali, circa il piano di riparto tra i vari strumenti di agevolazione degli oltre 25,5 milioni di euro destinati alle imprese, approvato dalla Giunta regionale.

Il riparto è frutto di un confronto tra le parti sociali riunite nel tavolo di concertazione per lo sviluppo economico.
Ora la parola passa alla Commissione regionale competente, che esprimerà il proprio parere, poi il via ai bandi di contributo.
Semplificazione e contenimento degli strumenti agevolativi, gradimento evidenziato dalle imprese, sostegno al sistema produttivo, soprattutto attraverso i fattori alti di competitività aziendale: questi gli indirizzi che hanno guidato la Giunta nella suddivisione delle risorse disponibili. Risorse che saranno incrementate con fondi aggiuntivi dedicati alle piccole e medie aziende, specie artigiane. Attenzione anche allo sviluppo turistico, alla compatibilità ambientale e alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Spiega l’assessore Fabio Badiali: «Cinque milioni di euro andranno a finanziarie la “legge Sabatini” dedicata a impianti e macchinari, cinque milioni e 340 mila euro sono destinati all’Artigiancassa per le agevolazioni finanziarie agli artigiani».
«Oltre dieci milioni di euro – prosegue Badiali – andranno alle varie declinazioni dell’innovazione: tecnologica, organizzativa, commerciale, ma anche ad ambiente e sicurezza lavorativa. Un milione di euro va invece a sostenere i consorzi export e 400mila euro alla promozione delle forme associative tra imprese. A queste somme si aggiungono poi 3 milioni e 738mila euro destinati allo sviluppo turistico – alberghiero, al settore commercio e a progetti di internazionalizzazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 251 volte, 1 oggi)