TERAMO – Telefonate fasulle per la verifica di dati presenti sulle tessere sanitarie. A denunciare il fatto è la Direzione Regionale delle Entrate che ha ricevuto segnalazioni da parte di contribuenti residenti nella Valle Peligna (L’Aquila), i quali hanno ricevuto telefonate da parte di soggetti che, qualificandosi come funzionari dell’Agenzia, hanno chiesto dati relativi alla composizione del nucleo familiare al fine di rettificare quelli presenti sulla tessera sanitaria già regolarmente emessa. Allo scopo di tutelare i contribuenti da eventuali raggiri o attività illecite, l’Agenzia delle Entrate avverte l’utenza che non è in corso alcuna attività volta a controllare la composizione dei nuclei familiari al fine dell’utilizzo della Tessera Sanitaria. L’Agenzia suggerisce, in questi casi, di annotare le generalità fornite dagli interlocutori e di contattare direttamente l’ufficio per controllare la veridicità della richiesta.

Alla Direzione inoltre sono giunte altre segnalazioni di falsi funzionari del fisco che propongono abbonamenti a fantomatiche riviste dell’Agenzia delle Entrate. Al fine di riconoscere rapidamente le situazioni equivoche, l’ente ricorda che tutte le pubblicazioni dell’Amministrazione finanziaria sono gratuite e reperibili presso gli uffici o scaricabili sul sito http://www.nuovofiscooggi.it/ , pertanto nessun dipendente è autorizzato, per qualsivoglia motivo, a chiedere denaro ai contribuenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.242 volte, 1 oggi)