TERAMO – La Provincia di Teramo realizza il Centro Antiviolenza “La Fenice” a cui potranno rivolgersi le donne in difficoltà, che vivano situazioni di violenza, maltrattamenti, abusi fisici o psicologici. Promosso dalla Commissione Pari Opportunità, il centro è gestito e organizzato da professioniste – psicologhe, avvocate, assistenti sociali – in grado di aiutare le donne a uscire da una spirale solitaria per rifarsi una vita lontano dai loro aguzzini.

In base alle statistiche, per le donne tra i 15 e i 44 anni la violenza è la prima causa di morte e di invalidità: ancor più del cancro, della malaria, degli incidenti stradali e persino della guerra: è dentro le mura domestiche, ad opera di mariti, partners e familiari, che si consumano i drammi più dolorosi, nella maggior parte dei casi in silenzio.

Oltre il 90% delle donne non denuncia le violenze subite, (per vergogna, paura, mancanza di fiducia nelle istituzioni): gli stupri ad esempio vengono denunciati solo nel 7,4% dei casi.

Il Centro “La Fenice” è stato realizzato con l’ottica di aiutare le donne a rinascere dalle ceneri delle violenze subite. Accoglie donne di tutte le età, italiane e immigrate, vittime di ogni forma di sopruso in famiglia, nel posto di lavoro, nella società, offrendo assistenza e servizi anonimi e gratuiti, come la consulenza psicologica, l’assistenza legale, la mediazione culturale per le donne immigrate , l’ospitalità in casi di emergenza.

Il Centro è aperto il martedì e giovedì dalle 15 alle 18, il mercoledì e il sabato dalle 9 alle 12. Per info: tel e fax 0861 029009 – lafenice@provincia.teramo.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.209 volte, 1 oggi)