Da RivieraOggi in edicola 

Volley Maschile SERIE B 1 – GIRONE B
MAIL EXPRESS San Benedetto – CORTONA VOLLEY AR 1-3 (17/25; 23/25; 25/23; 14/25)
Mail Express: Galabinov 11, Bagnolesi 10, Luciani 5, Pettinari 15, Grigolon 10, Faraone 5, Rossetti, Butera, Marini, Falaschetti 1, Ciancio (L). All. Ciabattoni.
Cortona Volley: Frangioni 21, Fiorentini, Bastianini 14, Gerbi 11, Belli 10, Cittadino 6, Marchettini (L), Terzaroli, Taucci, Milighetti, Salvatori 1, n.e. Pareti. All. Sideri.
Arbitri: Mansi, Di Blasi (RM)

Quando la gara sembra abbordabile la Mail Express manca di convinzione e cede psicologicamente sotto i colpi, nemmeno tanto violenti, dell’avversario di turno. Questo il quadro che si fotografa nelle dispute casalinghe. Queste le impressioni del pubblico che, nonostante i risultati, accorre, di volta in volta, a sostenere la squadra sambenedettese. E questo, infine, è l’ennesimo pensiero suscitato al termine dello scontro con il Cortona Volley: gli atleti di mister Ciabattoni sono volenterosi, ma nei momenti clou sembrano perdersi nella paura di poter vincere!

Il primo set si apre con una Mail Express che tiene a bada il baldanzoso Cortona e arrivando alla pausa del primo time-out tecnico in vantaggio di una unità (6-5). Da qui il Cortona, guidato da un quasi infallibile Frangioni, recupera punti e distacca i bluarancio (11-16 al 2° time-out tecnico), tanto da rendere necessario un cambio nelle fila della Mail Express. Esce Marini ed entra Luciani che migliora la visione di gioco della squadra. L’intervento tardivo del coach sambenedettese, però, non argina interamente la formazione ospite che con Gerbi e il solito legnoso Frangioni si conquista il set a suon di schiacciate (17/25).

Nel secondo set, invece, la Mail Express si ricompone, argina bene Frangioni e i muri risultano essere efficaci per prendere fiducia oltre che punti. E’ proprio un muro congiunto di Bagnolesi e Luciani a regalare il punto del primo time-out tecnico (8-3) alla squadra di casa. Sempre in vantaggio sul Cortona, i ragazzi di Ciabattoni sembrano avviati alla conquista del set. Lo conferma anche il secondo time-out tecnico che segna 16-11 sul tabellone. Sul 21-15 entra Butera al posto di Grigolon. Mai scelta fu più fatale: accortisi di una condizione di gara non ottimale di Butera, gli atleti toscani puntano a lui in più di un servizio, riuscendo a risalire l’erta fino al 23 pari. Su una schiacciata out del Cortona, il 2° arbitro vede un tocco della Mail Express che non c’era e che neppure il primo arbitro aveva rilevato. Le regole del volley, tuttavia, danno ragione al 2° arbitro che attribuisce il 24° punto agli avversari. L’ultimo punto arriva subito dopo con un attacco out di Galabinov (23/25).

Il terzo set, anomalo per condotta iniziale, vede i Bluarancio indietro di qualche punto, ma sempre ad inseguire. Sul 10 a 10, al contrario, comincia la sgomitata delle due formazioni. I sambenedettesi lasciano il Cortona a 13 al secondo time-out tecnico, grazie al break positivo di Luciani. Le schiacciate di Grigolon e Galabinov, il muro di Bagnolesi e Luciani, il servizio di Pettinari, vanno a bilanciare le fucilate di Frangioni e Bastianini. Il set si chiude, meritatamente, sul 25-23.

Quel che accade nel quarto set è storia nota alla Mail Express. Ad un gioco sicuro e di carattere nel set precedente, segue usualmente una frazione di gioco arrendevole. Quasi non possano sostenere il peso della vittoria, i giovani della Mail entrano in confusione. Sbagliano personalmente e negli schemi. Un disarmante 3-8 segna il primo intervallo, mentre nel secondo lo scarto fra le due squadre è raddoppiato. Non sbagliano invece Gerbi e Belli e neppure Frangioni che sigla con una potente schiacciata la fine della gara (14-25).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 574 volte, 1 oggi)