SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I carri che prendono parte alla sfilata di domenica 22 febbraio sono sei: “Quei favolosi anni…..” di Bruno Illuminati e Enrico Viviani; “Proibito in Tv” di Elvezio Bianconi e Sandro Cinciripini; “Cercando, cercando…..” di Mariano Partemi e Emidio Quinzi; “I pirati dei Caraibi” a cura dell’Associazione Cartapesta Sambenedettese con Roberto Narcisi e Luciano Virgili; “Willy Wonka e la fabbrica del cioccolato” anche questo dell’associazione Cartapesta con la partecipazione dei bambini delle classi quarte e quinte del III circolo didattico e la collaborazione di Pierpaolo Pasquali e Attilio Pirri e “Asini & Buffoni, che Carnevalata!” realizzato da Mariano Vesperini insieme a Rossana Sablone, Roberto Vesperini, Antonio Focarile, Simone e Riccardo Fazzolari, Livio Simonetti, alla società Ciclisti Riviera delle Palme ed al gruppo Città Aperta.

A questi dovrebbero aggiungersi il carro di Centobuchi dal titolo “S.P.Q.C.”, due carri provenienti da Cossignano, due gruppi di Montalto Marche e un altro di Castignano.

Il percorso rimane sempre lo stesso con il traffico veicolare che verrà deviato nell’ambito della zona portuale fino al rientro dei carri all’interno degli hangar posti allo stadio Ballarin.

Le sfilate saranno aperte da tre colpi di cannone e dall’esecuzione del nuovo inno del Carnevale Sambenedettese “Un ci penso più” da parte del Corpo Bandistico “Città di San Benedetto del Tronto”. Presentano Luca Sestili e Sandro Benigni.

Venerdì scorso, intanto, si è svolta la riunione del Consiglio Direttivo dell’Associazione Amici del Carnevale che, pare, abbia preso all’unanimità alcune decisioni clamorose sulle quali, però, al momento vige il massimo riserbo. Dopo l’ultima sfilata di quest’anno, prevista per martedì grasso, 24 febbraio, probabilmente verranno resi noti i dettagli della riunione in oggetto. Questo dice in una nota il responsabile della comunicazione del Carnevale sambenedettese Sandro Benigni.
La Fondazione Carnevale di Viareggio e il comune versiliese ospiteranno martedì una delegazione dei carristi sambenedettesi con i quali hanno ormai stretto una profonda collaborazione. Nonostante in quel giorno sia prevista a San Benedetto la sfilata conclusiva del Carnevale 2009, all’interno dell’Associazione Amici del Carnevale ci si è organizzati per inviare in Toscana una propria rappresentanza. A fine primavera, poi, la nostra città ospiterà per il secondo anno consecutivo l’assemblea nazionale della Federazione Italiana Carnevali che da sempre include tra i propri associati la maggior parte dei carnevali della nostra penisola. Un riconoscimento importante per San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.429 volte, 1 oggi)