SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sta per essere pubblicato il bando per le iniziative di aiuto economico per le famiglie con numero di figli pari o superiori a quattro, compresi minori in affidamento familiare.
I 14 Comuni dell’Ambito sociale territoriale 21 hanno a disposizione un fondo complessivo di 45.700 euro, provenienti prevalentemente da fondi regionali.
I bonus economici alle famiglie saranno concessi sotto forma di assegni una tantum. L’intento è quello di dare una mano a queste famiglie nel pagamento delle tariffe dei servizi comunali, delle bollette, ma anche della spesa in beni alimentari.
Nei 14 Comuni ci sono 218 nuclei familiari che rientrano fra le cosiddette famiglie numerose. Grottammare si distingue per avere due nuclei con rispettivamente 7 e 8 figli. A San Benedetto ci sono invece 4 nuclei con 6 figli, 17 nuclei con 5 figli e 83 nuclei con 4 figli.
LE CONDIZIONI DEL BANDO Per partecipare bisogna essere residenti in uno dei 14 Comuni (Acquaviva, Campofilone, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Grottammare, Massignano, Monsampolo, Montalto, Montefiore, Monteprandone, Pedaso, Ripatransone, San Benedetto). Avere la cittadinanza italiana o di un paese europeo oppure, se extracomunitari, in possesso di regolare carta di soggiorno.
I punteggi che formeranno la graduatoria per l’accesso ai fondi dipendono dal reddito Isee, dalla presenza eventuale di un solo genitore, dalla presenza in famiglia di disabili.
«L’entità minima comunque assicurata a chi avrà accesso al bonus è di 100 euro, il massimo sarà di 300 euro. Sulla graduatoria, il primo terzo degli aventi diritto avrà il 50% del fondo, il secondo terzo il 30%, la parte restante il 20%», spiega l’assessore Emili.
«Abbiamo stabilito i criteri del bando con una costante collaborazione con i sindacati. Speriamo con questo intervento di aiutare nel nostro piccolo le famiglie a uscire dalla forte crisi economica. A breve presenteremo nuove iniziative di sostegno legate ai buoni per le mense scolastiche».
L’iniziativa ha ricevuto il plauso del presidente dell’associazione Famiglie Numerose Rolando Di Matteo.
C’è tempo fino al 24 aprile per presentare domanda presso il proprio Comune di residenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.934 volte, 1 oggi)