ALBA ADRIATICA – Riceve due pugnalate all’addome nel corso di una lite scoppiata in pieno centro cittadino. L’episodio è accaduto nel pomeriggio di lunedì 16 febbraio nei pressi di un cantiere edile situato tra via Roma e via Maternità. Un camionista albanese di 34 anni, E.H. stava scaricando alcuni materiali quando durante le operazioni è stato avvicinato da alcuni individui che lo hanno affrontato. La discussione che è nata (le cui motivazioni sono ancora in fase di accertamento) ha assunto toni piuttosto pesanti degenerando in una colluttazione in cui è spuntato un coltello. L’uomo è stato colpito con due fendenti allo stomaco, dopodiché gli aggressori si sono dati alla fuga.

L’albanese, seppure ferito è riuscito a chiedere l’aiuto di alcuni operai che lavoravano all’interno del cantiere. Immediato l’arrivo dell’ambulanza del 118 che ha trasportato il camionista prima all’ospedale di Sant’Omero e poi al Mazzini di Teramo, dove è stato sottoposto ad un intervento per ridurre le due ferite allo stomaco. Fortunatamente l’uomo non è in pericolo di vita e la sua collaborazione con le forze dell’ordine, non appena le sue condizioni cliniche lo consentiranno, permetterà di fare luce sulla vicenda e di risalire all’identità degli aggressori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)