PORTO SAN GIORGIO – La Premiata, reduce dall’infelice vicenda del ricorso contro la Gmac Bologna, conquista ai tempi supplementari due punti importanti battendo per 82-81 l’Armani Jeans Milano degli ex grandi che hanno segnato la storia della società marchigiana (Vitali, Thomas e Zanca).

In un primo quarto povero di punti e faticoso per entrambi i quintetti, è Hawkins a segnare per primo con la bomba del 3-0 Milano, dopo più di due minuti e 50 senza l’ombra di un canestro. Il quarto si conclude con un misero 11-13 in favore dell’Armani Jeans ma da segnalare una schiacciata spettacolare di Taylor su assist di Minard che accende il motore Premiata per un secondo quarto stradominato dalla formazione di coach Finelli. Infatti è di nuovo Taylor  con un’azione fotocopia della precedente a realizzare i primi due punti. La Sutor stravince la seconda frazione anche grazie al nuovo acquisto Vasileiadis che realizza tre triple e due liberi raggiungendo un vantaggio di di 18 punti su una Armani Jeans in difficoltà e spaesata che ha pochissimo da tutti i suoi uomini e con il solo Mordente a segnare gli ultimi due punti prima del riposo per il 38-22 Premiata artefice di un parziale di 27-9. Sembra ardua l’impresa del recupero per la squadra di coach Bucchi ma un immarcabile Hawkins approfitta del calo di concentrazione della squadra di casa e riporta Milano a stretto contatto. E’ lui infatti il dominatore indiscusso del terzo quarto realizzando ben 18 punti.  Il tiro di Vitali sancisce il sorpasso Milano 51-53 ma Garris e Cavaliero chiudono il periodo sul 55-53.

Cavaliero, in campo per pochi minuti, mette a segno la prima bomba dell’ultimo quarto (59-53) ma l’Armani Jeans non molla e  Mordente preciso dall’arco segna il pareggio del 61-61. Ancora da tre punti questa volta è Price, nuovo acquisto di Milano a far male alla Sutor che si vede sorpassata sul 61-64. Ci pensa Taylor con 6 punti consecutivi a riportare la parità e risorpassare Milano  Un nuovo finale punto a punto vede la Sutor in vantaggio di due punti e palla in mano con 24 secondi dalla sirena. Ma una palla persa di Garris concede un nuovo possesso a Milano che con soli 6 secondi dal termine trova il tiro del pareggio e dell’over time con Hawkins. Il tempo supplementare vede un Minard che vuole farsi perdonare il fatto di non aver commesso fallo sul Falco con il bonus ancora da spendere, realizzare due bombe importanti che danno il vantaggio di un solo punto e con soli 3 secondi sul cronometro alla Sutor. Palla in mano per Milano proprio all’amato ex Vitali che scocca il tiro della disperazione che si infrange sul tabellone e poi sul ferro per la gioia dei tifosi gialloblù.

Prossimo impegno per la Sutor sono le Final Eight 09.

TABELLINO

PREMIATA MONTEGRANARO: Hunter 12, Minard 24, Garris 12, Vasileiadis 15, Portannese ne, Cavaliero 4, Filloy ne, Chiaramello, Temperini ne, Flamini 2, Helliwell, Taylor 13. All.
Finelli

ARMANI J. MILANO: Filloy ne, Hall 13, Sow 10, Mordente 9, Vitali 6, Rocca Mason ne, Price 5, Hawkins 35, Katelynas ne, Micevic ne, Beard 3, Sangare’. All. Bucchi

Arbitri: D’Este, Taurino, Ramilli

Note: parziali 11-13, 38-22, 55-53. Tiri da due Montegranaro 15/28, Milano 22/42; tiri da tre Montegranaro 9/25, Milano 8/25; tiri liberi Montegranaro 25/30, Milano 13/16; rimbalzi Montegranaro 34, Milano 37; assist Montegranaro 5, Milano 6. Usciti per cinque falli: Minard (Mo) e Price (Mi).

Spettatori: 3300

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 782 volte, 1 oggi)