SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un punto che serve alla Spal per non perdere il treno dei play-off ma che portano la Samb a sei lunghezze dal limite alto della zona play-out. Una squadra, quella rossoblu, che si trova ogni volta a dover ripartire dall’inizio. Eppure il centrocampista Andrea Carozza riesce a trovarci i suoi lati positivi

«Direi che per quasi tre quarti della gara siamo stati noi a fare la partita e solo un pizzico di sfortuna di troppo ci ha impedito di portare a casa l’intera posta. Nel secondo tempo siamo calati molto dal punto di vista fisico. Anche il terreno non ci ha certo favorito noi che siamo abituati a giocare prevalentemente con la palla a terra».

Quindi sul suo arretramento deciso dal mister commenta: «C’è stato un momento dove non riuscivamo a trovare i giusti collegamenti. Poi, dopo la mia ricollocazione, l’assetto è sembrato quello giusto. Sul fatto che forse cercavamo più di controllare l’avversario che ad imbastire le nostre azioni dobbiamo anche tener presente il tasso tecnico dell’avversario che avevamo di fronte e quindi stare attenti alle loro ripartenze»

Infine una riflessione sull’uscita anzitempo di Mario Titone per infortunio: «Lui è un giocatore molto importante per noi sia in fase offensiva che difensiva quindi il dover rinunciare al suo apporto ad inizio gara ci ha condizionato un po’ visto che siamo stati costretti a rivedere le impostazioni».

Il terzino destro Matteo Lanzoni dal canto suo è molto soddisfatto dell’esordio in maglia rossoblu anche se era proprio dalla sua parte che la Spal cercava di sfondare: «Fortunatamente siamo riusciti a regger bene su entrambi le fasce. Penso che noi tutti abbiamo disputato una buona gara contro un avversario di tutto rispetto. Resta il grosso rammarico per non essere riusciti in pieno a sfruttare le tre nitide occasioni da rete che ci sono capitate. La Spal deve erigere un  monumento al suo portiere che oggi si è messo a fare il Buffon di turno».

L’esterno cerca di vedere tutto in ottica positiva: «Secondo me aver raccolto quattro punti contro avversarie come Verona, Cesena e Spal deve servirci da stimolo per convincerci che abbiamo ottimi margini di miglioramento e proseguire sulla starada che abbiamo intrapreso. Da parte mia cerco di sfruttare a pieno le occasioni che mi offre il mister cercando di impegnarmi al massimo per non deludere lui, i miei compagni ed i tifosi che anche oggi sono stati splendidi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 806 volte, 1 oggi)