SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Carnevale sambenedettese inizia tra le polemiche (prima sfilata domenica 15 febbraio dalle ore 15 in poi). Stando a quanto emerso dalle dichiarazioni dei diretti interessati nella conferenza stampa di presentazione, sembra che i contrasti siano emersi per via della partecipazione del carro “Asini & Buffoni che Carnevalata” di Mariano Vesperini, storico esponente del Carnevale sambenedettese.
Le incomprensioni fra i carristi e Vesperini si verificano da tempo. Assume rilievo pubblico il fatto che il presidente dell’associazione Amici del Carnevale, Alberto Malavolta, abbia annunciato l’intenzione di dare le dimissioni proprio durante la presentazione ufficiale insieme all’assessore Mozzoni e al presidente del Consiglio Capriotti: «Quest’anno sfiliamo solo per la città, perché il Comune ce l’ha chiesto e i cittadini ci tengono. Ma poi me ne vado, sono troppo amareggiato».
Il suo collega Pierpaolo Pasquali ha tuonato: «Vesperini con la sua arroganza porta discredito alla nostra associazione. Sono 8 mesi che facciamo sacrifici per fare i nostri carri, lui ha chiesto di partecipare solo pochi giorni prima. Noi stiamo facendo tornare grande il Carnevale sambenedettese, ricreando anche i rapporti storici con Viareggio».
I CARRI Al di là delle polemiche personali, speriamo che nei giorni delle sfilate ci sarà entusiasmo e voglia di divertirsi. Le sfilate presentate da Sandro Benigni e Luca Sestili di Radio Azzurra e animate sul palco da scuola di ballo SalsaCoqui si terranno domenica 15 febbraio, domenica 22 febbraio, martedì 24 febbraio. Entriamo nel dettaglio dei carri che sfileranno al ritmo della stessa musica sulle frequenze di Radio Azzurra.
– “Quei favolosi anni” di Bruno Illuminati e Enrico Viviani
– “Proibito in Tv” di Elvezio Bianconi e Sandro Cinciripini
– “Cercando, Cercando…” di Mariano Partemi ed Emidio Quinzi
– “I Pirati dei Caraibi” a cura dell’Associazione Cartapesta Sambenedettese con Roberto Narcisi e Luciano Virgili
– “Willy Wonka e la fabbrica del cioccolato” a cura dell’associazione Cartapesta con la partecipazione dei bambini delle classi quarte e quinte del III circolo didattico e la collaborazione di Pierpaolo Pasquali e Attilio Pirri.

Il carro di Vesperini è stato realizzato da Mariano Vesperini insieme a Rossana Sablone, Roberto Vesperini, Antonio Focarile, Simone e Riccardo Fazzolari, Livio Simonetti, alla società Ciclisti Riviera delle Palme ed al gruppo Città Aperta.

In ogni sfilata ci saranno i carri provenienti da alcuni paesi dell’hinterland (Cossignano, Castignano, Centobuchi, Grottammare).
Le sfilate dei carri allegorici di San Benedetto verranno aperte da tre colpi di cannone e dall’esecuzione dell’inno che domenica scorsa, grazie al Corpo Bandistico “Città di San Benedetto”, ha riecheggiato per le strade di Viareggio nel corso della cerimonia inaugurale del Carnevale più famoso d’Italia. Il brano si intitola “Un ci penso più” ed è stato scritto da Cinquini, Dettori e Diolaiuti e rimixato negli studi della Ocean Trax di Viareggio dal noto disc jockey Tore dj, al secolo Salvatore Romani, di origini sambenedettesi e da sempre alla base del gemellaggio tra le città di San Benedetto e Viareggio.

Giovedì 19 febbraio alle 15 al Palazzetto dello Sport “Bernardo Speca” ci sarà invece la Festa dei Bambini ad ingresso gratuito e con l’animazione del Centro Sportivo Italiano.

Per questo Carnevale 2009 il contributo del Comune si attesta sui 13 mila euro.

Nel video, immagini di una sfilata del 2008

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.719 volte, 1 oggi)