GROTTAMMARE – Grandi progetti nascono e si sviluppano grazie alla solidarietà. L’ultima cena di beneficenza in favore dell’Avsi, l’Associazione Volontari per il Servizio Internazionale, ne è l’ennesima conferma.
Il ricavato della cena, organizzata dalla Compagnia delle Opere Marche Sud lo scorso 24 gennaio presso il residence “Le Terrazze” di Grottammare, consentirà infatti la concretizzazione di quattro grandi progetti. Il primo vedrà la realizzazione de “La cittadella dell’amore”, una clinica per malati terminali con sede in Paraguay, il secondo “Un luogo sicuro per studiare”, finanzierà un nuovo edificio scolastico a Pudukkottay in India, il terzo progetto dal nome “Sui banchi della convivenza” favorirà invece le scuole della Custodia per i bambini di Gerusalemme e di Betlemme e infine “Una scuola per la vita”, che porterà alla costruzione di un Centro Educativo Permanente, a Kampala. in Uganda.
La cena, che ha visto la partecipazione di 271 persone, è stata preparata e servita da 7 cuochi e 35 camerieri, tutti studenti dell’Istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto, accompagnati dai loro professori, in collaborazione con lo staff de “Le Terrazze”.
Ospiti della serata Mimmo Massimi, responsabile di Avsi in Albania e Umberto Latini e Porzia volontari in Kenya, che sono intervenuti in videoconferenza
La Fondazione Avsi è un’organizzazione non governativa senza scopo di lucro, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti in 39 paesi del mondo. Essa opera nei settori della sanità, dell’igiene, è protesa verso la cura dell’infanzia in condizioni di disagio, verso l’educazione, la formazione professionale, il recupero delle aree marginali urbane, l’agricoltura, l’ambiente, la microimprenditorialità, la sicurezza alimentare e l’emergenza sanitaria, con particolare attenzione all’educazione e alla promozione della dignità della persona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)