Gli appuntamenti sono proposti nell’ambito delle stagioni dei due teatri promosse dei rispettivi Comuni, dalla Fondazione Pergolesi Spontini (le date di Jesi) e dall’Amat e realizzate con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i beni e le Attività Culturali. Sotto la direzione di Armando Pugliese, la tragedia è stata messa in scena per la prima volta in occasione del 60° anniversario del festival teatrale shakespeariano del Teatro Romano di Verona e ha poi iniziato la sua tournée invernale a gennaio. Oltre ad Alessandro Preziosi nei panni di Amleto, altri tre grandi attori saranno con lui sul palco: Franco Branciaroli (lo zio usurpatore Re Claudio), Silvio Orlando (Polonio) e Carla Cassola (Regina Gertrude).
“Attraverso Amleto vogliamo parlare del contemporaneo per riportare il teatro classico e l’arte al loro ruolo fondamentale ovvero essere lo specchio del mondo in cui viviamo” spiega Preziosi, secondo il quale Amleto si inserisce al giorno d’oggi nella figura dell’intellettuale in crisi, non più capace di ‘sentire’ e quindi di provocare a sua volta una reazione nei suoi interlocutori.
Amleto parla alla nostra società. In lui sono racchiusi i conflitti e le aspirazioni dei nostri giovani contemporanei con una profonda concezione dell’esistenza e che si trovano a sperimentare la corruttibilità. Quest’opera non offre verità etiche o morali, ma mostra un uomo che si interroga, analizza se stesso, ragiona e soffre sotto una continua pressione emotiva.
Per informazioni e biglietti: Teatro Pergolesi di Jesi 0731 206888, Teatro dell’Aquila di Fermo 0734 284295, Amat 071 2072439. vendita on line su www.amat.marche.it e www.vivaticket.it. Inizio spettacoli ore 21,00.

Emily Olivia Capozucca

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.724 volte, 1 oggi)