SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco un’occasione per discutere della definizione di “città” e delle sue prospettive.
“La città del terzo millennio” infatti è il titolo dell’incontro che si svolgerà giovedì 12 febbraio 2009, alle 18, nell’Auditorium di San Benedetto del Tronto.
L’evento, organizzato dal Lions Club San Benedetto del Tronto Truentum, sarà tenuto dall’architetto Pino Brugellis, direttore della Fondazione Targetti e vedrà la partecipazione anche del Sindaco Giovanni Gaspari.

«Obiettivo della serata – ha detto Leo Bollettini, presidente del Lions Club Truentum – sarà quello di diffondere un modello di città che favorisca i luoghi di incontro, facendo emergere le sua vera identità».
Spiega ancora Bollettini: «L’attività di Brugellis si fonda principalmente sulle problematiche che affliggono le città dei nostri tempi cercando di individuare la soluzione più idonea alle esigenze dei cittadini e, al contempo, valorizzare i suoi più variegati aspetti».

Autore di diversi progetti di recupero delle città, Brugellis parlerà della possibilità di nuovi centri di energia sul territorio in grado di creare nuove aggregazioni, nuovi habitat, nuovi segni, nuovi collegamenti e nuove reti, proprio perché egli definisce la città come luogo capace di inglobare diverse realtà, paesaggi, spazi densi di costruzioni e di flussi di persone, di merci e di idee.

L’architetto analizzerà quattro casi di studio, di quattro diversi continenti: “La rinascita della città di Medellin”, “High Line a New York” dello studio Diller e Scofidio, e due progetti dello Studio Brugellis, ovvero la riqualificazione di un’area urbana nella zona industriale di Firenze, e Fluid City, progetto per una nuova città in Korea.
Si tratta di quattro esempi emblematici di come i cittadini partecipino attivamente alla creazione di nuovi sistemi e modi di aggregazione cercando di dare risposte a fenomeni sociali irrisolti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.487 volte, 1 oggi)