SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Un chilo e 200 grammi di hashish, un bilancino di precisione, denaro contante ed altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di sostanze stupefacenti.

Questo è il risultato dell’ennesima operazione della Compagnia di San Benedetto delle Fiamme Gialle. Esso fa seguito, a distanza di neanche una settimana, al sequestro di altri 5 chili della stessa sostanza ed al susseguente arresto di cinque persone coinvolte nel traffico.

Questa volta, ad essere individuati sono stati C.T., un 47enne di origini venezuelane, residente a Grottammare e C.D., 20enne sambenedettese residente nello stesso comune del complice. Il primo è stato tratto in arresto ed ora si trova ristretto presso le carceri di Fermo mentre per il secondo è scattata la denuncia a piede libero. Per entrambi sono state applicate le disposizioni di legge contemplate dall’art.73 del D.PR. n. 309/90.

Tutto è iniziato osservando i movimenti sospetti del C.D. che, dopo essersi intrattenuto in strada con il C.T. , è stato visto prima entrare e poi uscire in tutta fretta con movimenti furtivi dal palazzo dove abitava quest’ultimo. A questo punto agenti di una pattuglia delle Fiamme Gialle sono intervenuti fermando il giovane 20enne per strada, risultando poi in possesso di 12 grammi di hashish.

Da qui l’immediata irruzione nell’appartamento del C.T. nel quale è stato rivenuto 1,2 kg. circa della stessa sostanza, diverso denaro contante, un bilancino di precisione e diverso materiale per la confezione in dosi di sostanze stupefacenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.401 volte, 1 oggi)