ASCOLI PICENO – Brunilde Neroni, docente all’Università di Padova, insigne letterata ed orientalista, ha recentemente pubblicato il suo libro “A casa”. Edito da una delle più importanti case editrici italiane, la Sellerio di Palermo, il volume è dedicato alla memoria di suo padre Luciano, grande tenore di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.

Nel libro, che è arricchito da una postfazione di Andrea Camilleri, la Neroni, spesso lontana dalla sua Ripatransone a causa degli impegni professionali, dedica infatti, nell’introduzione «un pensiero particolare ad Ubaldo Maroni che in Provincia si batte perché il nostro paesaggio sia tutelato e che da tempo mi segnala e mi descrive per telefono i tramonti e le stellate “fuori porta” più belli».

Ubaldo Maroni, per tanti anni sindaco di Ripatransone, oggi assessore provinciale, ringrazia pubblicamente la concittadina: «Da una persona di grande cultura e sensibilità come la professoressa Neroni non poteva arrivare un pensiero più bello e gradito un riconoscimento che non va solo a me ma che va condiviso con tutti gli amministratori del Piceno, provinciali e comunali, e con tutti gli operatori e le associazioni che amano, salvaguardano e valorizzano il nostro paesaggio, perché è grazie al loro continuo, appassionato e umile impegno che è stato possibile conciliare esigenze abitative, produttive e paesaggistiche».

«Dobbiamo continuare  – conclude Maroni – sulla strada della salvaguardia del paesaggio, prendendo in considerazione le nuove esigenze del territorio per integrarle positivamente e senza creare inutili contrasti. Una tutela che non è solo immagine ma anche rispetto per l’ambiente e volano di nuova economia. Se molti risultati in questa direzione sono stati conseguiti, sono il frutto di un lungo, costante e appassionato lavoro degli amministratori, degli operatori, delle associazioni e anche dei nostri agricoltori e dell’impegno collegiale di cui tutti, in ugual misura, possiamo andare orgogliosi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.089 volte, 1 oggi)