OFFIDA- Infarto, decesso in seguito a trauma dovuto alla caduta di una impalcatura teatrale, semplice ma fatale malore. Sono state queste le prime ipotesi sulle quali le autorità francesi si sono trovate a lavorare per stabilire esattamente quali siano le cause che hanno provocato la morte di Alfredo Tassi.

Il giovane scenografo offidano ha perso la vita in un teatro di Digione mentre stava allestendo le scene per uno spettacolo della compagnia “Società Raffaello Sanzio” per la quale Tassi stava lavorando da qualche mese. In seguito dagli esami medici condotti sul corpo della vittima si tratterebbe di un improvviso cedimento di alcuni organi vitali come fegato e rene.

Dopo una breve sosta all’obitorio dell’ospedale francese il fratello Amedeo, l’amica Valeria Colonnella e Giovanni Stracci, partiti immediatamente da Offida non appena ricevuto la notizia, hanno già riportato la salma del giovane nel suo paese natale.

Nella mattinata di lunedi sono previsti i funerali ai quali già si preannuncia la partecipazione di quasi l’intero paese che è rimasto letteralmente sconvolto dalla notizia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.182 volte, 1 oggi)