SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Intorno alle 8 di mercoledì mattina sulla superstrada Ascoli-San Benedetto si è verificata una cospicua perdita di gasolio da un mezzo pesante in transito, probabilmente una cisterna per il trasporto di carburante. Dall’altezza di Forca Canapine di Arquata del Tronto lungo la statale 685 ha interessato in direzione monti-mare l’intera statale 4 fino ad Ascoli e poi il raccordo autostradale fino al casello di San Benedetto.

Per le operazioni di bonifica di una tratta di circa 70 km, otto pattuglie della Polizia stradale di Ascoli hanno chiuso la superstrada e rallentato il traffico sulla statale 4, collaborando con Carabinieri, Polizia Municipale e Provinciale, Vigili del Fuoco.

A causa delle precarie condizioni del manto stradale si sono verificati numerosi incidenti stradali. Per la Polstrada si è trattato fortunatamente di episodi di lieve entità, ma che hanno interessato decine di veicoli.

Con l’intervento tempestivo delle squadre Anas, potenziate dalla Direzione Compartimentale di Ancona, e il supporto dei mezzi della Provincia, le condizioni di sicurezza per la circolazione sono state ripristinate intorno alle 12 circa, con la progressiva riapertura dei tratti stradali interessati.

Sono in corso accertamenti per individuare il conducente del veicolo, che verosimilmente potrebbe essere una cisterna per il trasporto di carburante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.329 volte, 1 oggi)