Maceratese-Grottammare 0-1
MACERATESE: Scuffia, Andrea Romagnoli, Natalini, Biagioli (11′ st Gattafoni), Benfatto (28′ st Ippoliti), Timoniere, Perrotta, Guzzini, Fabbri, Iuvalè, Giuliani. All. Minuti.
GROTTAMMARE: Romanico, Mauro (23′ st Marini), Nicolosi (14′ st Pasquini), Oddi, Cameli, Del Moro, Polenta, Rulli, Di felice, Maccagnan (41′ st Vrioni), Marcatili. All. Scarfone.
Arbitro: Gargano di Roma 1
Marcatori: 83′ Maccagnan (G).
Espulsi: al 79′. Iuvalè (M) per proteste.
Ammoniti: Giuliani (M), Perrotta (M), Del Moro (G), Polenta (G).
MACERATA – Il Grottammare, al secondo risultato utile consecutivo dopo il pareggio interno con il Campobasso, torna a vincere dopo più di due mesi e lo fa ancora in trasferta (terzo successo) aggiudicandosi lo scontro diretto con la Maceratese.
I tre punti conquistati dagli uomini di Scarfone valgono il lascito dell’ultimo posto proprio alla formazione biancorossa. L’impresa assume ancora più valore se si considera che la squadra di casa arrivava da tre risultati utili consecutivi ultimo dei quali il pareggio in rimonta a casa della capolista Fano.
Vittoria meritata con Domanico mai impegnato e Grottammare apparso superiore sul piano fisico. Il match winner della gara è stato Maccagnan. Dicevamo gara quasi dominata dalla squadra di Scarfone che ha avuto il sopravvento soprattutto a centrocampo e davanti ha avuto numerose occasioni. Ma passiamo ai 2 episodi che hanno deciso l’incontro. Al 79′ in seguito ad un fallo a suo favore non rilevato Iuvalè protestava nervosamente e in maniera incessante tanto da indurre il direttore di gara ad estrarre il rosso diretto nei suoi confronti.
Così all’83’ i rivieraschi forti della superiorità numerica vedevano premiati i loro sforzi offensivi sferrando il colpo del ko con Maccagnan che con un sinistro a fin di palo centrava l’angolino basso alla destra dell’incolpevole Scuffia (acquistato alla Fiorentina ma parcheggiato ancora per una stagione a Macerata).
Domenica favorevole per il Grottammare che grazie al colpaccio nel derby e ad altri risultati favorevoli, ha recuperato in classifica. Ora infatti la zona play out dista solo quattro lunghezze e la salvezza diretta è invece a nove punti. Dopo la sosta la squadra di patron Pignotti ospiterà la Renato Curi (battuta ieri in casa dal Trivento) sperando di poter centrare la prima vittoria casalinga.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)