GIULIANOVA – Era appena uscito dal carcere di Castrogno per recarsi in una comunità di recupero a disintossicarsi. Ma Gaetano Sorice, 37 anni di Corropoli è morto prima ancora di riuscire a salire sul treno che lo avrebbe portato in una struttura specializzata di Viterbo. Il suo corpo senza vita è stato trovato ieri pomeriggio venerdì 30 gennaio nel bagno della stazione ferroviaria di Giulianova. Era uscito dal carcere appena poche ore prima e si sarebbe dovuto recare in comunità come stabilito per lui dai servizi sociali, ma l’uomo ha voluto prima di affrontare il viaggio comprare un’ennesima dose di eroina che stavolta gli è però risultata fatale.

Il suo corpo è stato scoperto da un viaggiatore che ha trovato la porta del bagno chiusa e dopo aver bussato e atteso per un certo periodo di tempo ha deciso di chiamare la Polizia Ferroviaria. Gli agenti hanno forzato la porta e hanno trovato l’uomo privo di conoscenza, con la siringa vicino. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dell’ambulanza del 118 che è intervenuta prontamente sul posto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.507 volte, 1 oggi)