SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ambito del programma “Il sole negli enti pubblici”, il Comune di San Benedetto è stato ammesso dal ministero dell’Ambiente ad un contributo di 146.839 euro, per la realizzazione di impianti solari per la produzione di acqua calda presso la scuola materna ed elementare del Paese alto, ai campi sportivi Ciarrocchi e zona Agraria, e alla palestra della stessa zona Agraria.

Il contributo, corrispondente a circa il 65% dell’importo stimato dei lavori (pari a 220.609,02 euro) verrà effettivamente erogato, a condizione che i lavori partano entro 120 giorni dalla comunicazione dell’ammissione (ricevuta dagli uffici di viale De Gasperi il 17 dicembre 2008), e siano terminati entro ulteriori 120 giorni, ovvero entro il 14 agosto 2009.

La differenza tra i 220 mila euro e l’importo del contributo si autofinanzia con il risparmio di energia ottenuto nel corso di 6 anni e mezzo, ovvero 80 mensilità. Questo risparmio stimato è di 930 euro più Iva al mese. Il Comune dovrà ora indire una gara, per individuare l’azienda “ESCO” (Energy Saving Company), che possa effettuare i lavori, e curare poi la manutenzione e il monitoraggio degli impianti per i prossimi 5 anni.

In Consiglio comunale, tecnicamente, dovrà essere approvata una variazione di bilancio e una al piano pluriennale degli investimenti, per inserire il contributo ministeriale. Ma siccome le utenze vengono oggi pagate dalle società sportive e dalla scuola, si è anche concordato che esse continueranno a sostenere un costo invariato, “girando” i 930 euro al mese a copertura dell’impianto, mentre una volta pagate le 80 rate, si deciderà come gestire il risparmio, che rappresenta un beneficio economico, ma anche, naturalmente, ambientale, in termini di riduzione dell’inquinamento. La vita utile dei pannelli è normalmente tra i 15 e i 20 anni.

In Consiglio comunale interverrà inoltre il difensore civico, avvocato Stefania Tomassini, per la relazione sui nove mesi di attività svolta nel 2008, dopo la nomina da parte del Consiglio stesso. I casi trattati sono stati 60, con esposti protocollati, sollecitazioni verbali durante gli orari di ricevimento, ma anche con istanze inoltrate tramite posta elettronica. Per lo più, sono state sottoposte al difensore civico questioni inerenti l’accesso agli atti amministrativi, all’inquinamento ambientale, soprattutto acustico, ed alla situazione viaria e stradale.
Numerose segnalazioni hanno anche riguardato i parcheggi a pagamento, soprattutto nel periodo estivo. In tale ambito, su intervento del difensore civico la giunta ha consentito il rilascio di permessi per la sosta a pagamento nella zona centro, ai docenti della scuola secondaria di primo grado Sacconi-Manzoni. Altre segnalazioni sono arrivate, in merito a provvedimenti del settore Assetto del territorio e Sviluppo dell’economia locale, e in materia di edilizia, Ici, verde pubblico, commercio, sport.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)