Da Riviera Oggi numero 760

CUPRA MARITTIMA – Il teatro ha sempre fatto parte delle attività culturali di Cupra, unendo persone di tutte le età non solo per l’Inverno Teatrale Cuprense, giunto ormai alla sua ventinovesima edizione, ma per tutto il resto dell’anno. Conosciamo meglio dunque quelle realtà che coltivano da anni la passione per il teatri, come ad esempio i “Liberi Teatranti”. Fondata venti anni fa da Severino Trionfante, questa compagnia teatrale ama particolarmente esibirsi portando in scena le commedie di Eduardo De Filippo. Come spiega il fondatore e regista (e anche attore principale): «Sono nato e cresciuto a Napoli, a scuola il professore di musica ci portava a vedere le commedie di Eduardo De Filippo, è nata così la mia passione per il teatro. Una volta arrivato nelle Marche, prima ho fatto delle esperienze con le “Ribalta Picena” di San Benedetto del Tronto, e poi mi sono stabilito a Cupra, dove ho iniziato a recitare con la compagnia che c’era negli anni ottanta, ovvero la “Gat Avis”, poi ho fondato i “Liberi Teatranti”».

Questa compagnia è, appunto, composta principalmente da lui, Severino, che non solo si esibisce, ma ne è anche il regista: «È faticoso ma è una grande soddisfazione. Dare vita a delle parole che altri hanno scritto, è una sensazione indescrivibile. Recitare è la cosa più bella perchè ti permette di interpretare un personaggio che spesso è l’opposto del proprio carattere. È quella la sfida».

Durante tutti questi anni sono stati tanti i giovani che hanno fatto esperienza teatrale nella compagnia di Severino: «Se stimolati, i giovani si interessano ancora al teatro, e danno molto. Abbiamo sempre lavorato con persone di tutte le età».

I Liberi Teatranti infatti hanno realizzato una rappresentazione teatrale anche con i ragazzi dell’Anfass di Grottammare e, assicura Trionfante «il risultato è stato emozionante». Severino e la sua compagnia si esibiscono infatti anche per beneficenza, spesso il ricavato delle loro serate va ad associazioni come Aido, Arc, la Croce Rossa o La Lega del Filo d’oro. Il 14 marzo ad esempio si esibiranno a Porto D’Ascoli, e il ricavato andrà all’Unitalsi.

Quando chiediamo poi a Severino se lui e la sua compagnia a Cupra hanno avuto difficoltà a trovare spazi in cui provare, risponde: «Niente è facile, ma se si ha una passione da coltivare si ha anche spirito di adattamento. L’amministrazione comunque ci è sempre venuta incontro come poteva».

Reduci da “Casa di Frontiera”, spettacolo che hanno portato in giro per l’Italia e che sarà trasmesso anche su Sky, i Liberi Teatranti si esibiranno a Cupra il 20 febbraio con “Comicamente”, commedia in due atti unici ispirata a Eduardo De Filippo. Sul palco insieme a Severino ci saranno Marco Trionfante, suo fratello, e Federica Cestarelli, giovane attrice di Porto San Giorgio. La storia dei Liberi Teatranti dunque è ricca di soddisfazioni, e Severino si augura di «coinvolgere sempre più persone».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 596 volte, 1 oggi)