MARTINSICURO – «Dato che finora la politica non ha accolto la nostra richiesta di riunire sotto un unico assessorato Ambiente Turismo e Demanio, d’ora in poi avremo come unico referente in Comune l’assessore al Turismo, anche per questioni inerenti altri settori, come ad esempio l’urbanistica, i lavori pubblici, il demanio. Sarà la Ciufegni che si dovrà relazionare con tutti e poi riferirci a riguardo».

La provocazione è di Pier Francesco Ciaralli, presidente della Martintour che si rivolge in termini decisi all’amministrazione comunale presente quasi al completo all’Assemblea annuale degli operatori turistici, che si è tenuta giovedì 29 gennaio al Park Hotel di Villa Rosa. Un incontro a cui hanno partecipato numerosi rappresentanti di categoria, tra cui Amedeo Corsi della Faita Campeggiatori e Giuseppe Delli Compagni presidente regionale Faita,  Antonio Di Giampaolo dell’Arco Consumatori, Franca Ferreri della Martinpescatori, Claudio Ucci, consulente Marketing per il Turismo, e che ha visto anche la presenza dei gruppi di opposizione.

«Siamo stanchi di fare il cosiddetto “giro delle sette chiese” tra assessori e consiglieri – ha proseguito Corsi – per le questioni inerenti il turismo, raccogliendo solo promesse e mai risposte concrete. Quindi consideriamo la Ciufegni una sorta di “amministratore delegato dell’azienda turistica di Martinsicuro” con la quale ci confronteremo per ogni problematica».

La provocazione lanciata dagli operatori turistici si colloca nell’ambito di una serata in cui si sono susseguite proposte, idee e  dibattiti volti a rilanciare il turismo truentino, con un confronto diretto tra operatori del settore e amministratori comunali.

«Sono consapevole della necessità della collaborazione tra Comune e operatori turistici – ha affermato la Ciufegni – e pertanto al fine di relazionarmi con loro verrà quanto prima istituita una Consulta del Turismo. Ma è altrettanto necessario avviare una programmazione degli interventi nel settore, dato che non si può continuare ad improvvisare come è stato fatto finora».

Il neoassessore al Turismo ha ribadito la necessità di destagionalizzare e migliorare l’offerta turistica dato che «il turista che giunge a Martinsicuro a giugno deve avere le stesse opportunità e gli stessi servizi di quello che arriva ad agosto». Tra le prime proposte messe sul tavolo quella di distribuire gli eventi anche nei mesi di bassa stagione, e migliorare il trasporto urbano attraverso l’istituzione di bus-navetta che permettano al turista di spostarsi in città senza l’auto.

Sul tema è  intervenuto anche il sindaco Di Salvatore, ribadendo la necessità di realizzare nuove strutture ricettizie a discapito degli appartamenti di cui la città è ormai satura. Il tutto attraverso un’attenta programmazione urbanistica. E alla fine il primo cittadino non tralascia di rispondere sulla proposta della Martintour che lo scorso mese di novembre aveva indicato in Massimo Vagnoni la persona ideale per le deleghe di Turismo, Ambiente e Demanio: «La mia stima nei confronti di Vagnoni  è profonda e ritengo la sua presenza indispensabile in Comune. Massimo continua a svolgere in maniera eccellente le sue funzioni anche in qualità di consigliere delegato. In seguito alla vostra richiesta anche altre categorie ci hanno suggerito il loro assessore ideale. Ma la persona ha importanza fino ad un certo punto dato che l’intera giunta lavora sempre in maniera collegiale confrontandosi continuamente nei vari settori».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 636 volte, 1 oggi)