SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «La sicurezza non è più un peso anche per gli imprenditori»: così Elena Capriotti, responsabile provinciale Cescot, ha presentato l’importante corso di formazione organizzati dalla Cescot della Confesercenti, presso la sede sambenedettese di via Manara. Si tratta di un corso per la nuova figura di rappresentante dei lavoratori alla sicurezza, il Rsl aziendale. Si tratta di una figura prevista espressamente dal nuovo Testo Unico, ex D.Lgs. 626, a seguito dei ripetuti incidenti mortali: il rappresentante dei lavoratori è infatti espressamente previsto, con le procedure per elezione e formazione obbligatoria, comunicazione all’Inail. Questo anche in caso di piccole aziende con un solo dipendente. In caso di mancata nomina del Rsl aziendale la multa arriva fino a 10 mila euro, con possibile chiusura dell’attività.
Il corso della Cescot, di 32 ore, è stato avviato lo scorso 20 gennaio. «La formazione sulla sicurezza è vissuta dagli imprenditori come un necessario percorso di approfondimento e di miglioramento della propria azienda», continua Elena Capriotti. Da parte sua Paolo Perazzoli, segretario regionale della Confesercenti, ha aggiunto: «Da parte di tutti il tema della sicurezza sul lavoro viene considerato con la dovuta importanza. La formazione non è un costo per l’impresa, perché ne accresce il know how e il capitale immateriale».
Al primo corso si sono iscritti imprenditori e lavoratori (per un totale di venti) di diverse aziende, operanti in diversi campi, mentre i prossimi corsi saranno specifici per settori: commercio e turismo tra marzo e aprile, corso di aggiornamento per somministrazione di alimenti e bevande entro il 1° luglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.038 volte, 1 oggi)