ASCOLI PICENO – Anche gli enti Provincia hanno il loro orgoglio. Per questo motivo, venerdì 30 gennaio, alle ore 15,30, si terrà il Consiglio Provinciale aperto, nell’abituale sede di Palazzo San Filippo di Ascoli Piceno, che avrà per tema “Costruiamo insieme il nuovo sistema Paese“.

La nota stampa diramata dalla Provincia sull’appuntamento, infatti, rivendica che «da tempo è ormai in atto il tentativo di delegittimare il ruolo delle Province senza tener conto della modifica del Titolo V della Costituzione e delle importanti funzioni da queste svolte quali, tra le tante, quelle relative al governo del territorio, alla programmazione e pianificazione territoriale che, di certo, non possono essere adeguatamente svolte a livello comunale».

«Proprio per rispondere con dati ed elementi di fatto a chi sostiene, spesso per pura demagogia – continua la nota – la necessità dell’abolizione delle Province, l’Upi (Unione delle Province Italiane) ha promosso una giornata nazionale di mobilitazione per riflettere e discutere sull’importante ruolo dell’Ente locale che, insieme ai Comuni, la popolazione sente più vicino ai propri bisogni ed interessi. A questa iniziativa partecipa anche la Provincia di Ascoli Piceno (il cui Presidente, lo ricordiamo, è anche vicepresidente nazionale Upi) con una seduta aperta di Consiglio Provinciale che si terrà venerdì 30 gennaio, alle ore 15,30 ad Ascoli Piceno nella sede istituzionale di Palazzo San Filippo, sul tema “Costruiamo insieme il nuovo sistema Paese”».

«Al centro del dibattito non saranno solo approfondite le argomentazioni usate contro le Province ed i presunti costi elevati delle stesse, ma verranno analizzati tutti gli aspetti della complessa questione istituzionale – si legge – in particolare, le molteplici iniziative, attività ed impegni portati avanti quotidianamente dalle Province, le cui spese di gestione sono contenute e di gran lunga inferiori a quelle dello Stato, delle Regioni e dei Comuni».

«L’invito a partecipare – conclude la nota stampa – è rivolto a tutti coloro che amano riflettere e giudicare sulla base di dati di fatto e non su posizioni preconcette.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 497 volte, 1 oggi)