SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ivan Dazzi sul piede di partenza. Il giovane portiere, prelevato in estate dallo Spezia (che era fallito), non aveva affatto demeritato, con un buon inizio di campionato anche se, verso la fine dell’anno, era incappato in alcune prestazioni un po’ più grige. Ad ogni modo, si può ben definire un portiere di categoria e, contando sulla giovane età e sul fatto che fosse di proprietà della Samb, era sembrato un buon investimento. Forse il migliore della campagna acquisti estiva.

Con l’arrivo del più titolato ed esperto Marconato (che, trentenne, è quindi anche meno promettente), però, Dazzi è finito in panchina. Avere due numeri “uno” che si contendono la stessa maglia non è mai stato il massimo per un allenatore e per lo stesso ruolo del portiere. E soprattutto per Dazzi, ritrovarsi in panchina in C1 non è, probabilmente, un suo obiettivo. Ecco allora che, negli ultimi giorni del calciomercato, il diesse Evangelisti cercherà di piazzare Dazzi. Tra le squadre che si sono fatte avanti nelle ultime ore c’è anche l’Ancona, che potrebbe rimpiazzare Sirigu nel caso torni a Palermo. La squadra dorica, ad ogni modo, insegue anche un altro ex rossoblu, Aprea.

Evangelisti, però, vorrebbe cedere Dazzi solo in caso dell’arrivo, in rossoblu, di qualche giocatore anconetano. La scorsa estate i dorici avevano offerto (allora in prestito) Staffolani, ma allora non se ne fece nulla.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.196 volte, 1 oggi)