GROTTAMMARE – «Oggi ho visto un’ottima squadra in campo – ha esordito il patron Pignotti nel commentare il pareggio interno con il Campobasso – gli episodi ci hanno penalizzato: meritavamo la vittoria contro una squadra di valore come il Campobasso. E’ vero, i numeri sono inattaccabili e non si possono falsificare, ma ritengo che se giochiamo così potremmo ancora dire la nostra».

Il tecnico della formazione molisana D’Agostini non risparmia i complimenti all’avversario: «Dispiaciuto per il campo che ha impedito alle due compagini di esprimersi al meglio giocando la palla a terra. Brutta la nostra partita. L’assenza di un elemento importante come Martone si è fatta sentire. Il Grottammare? E’ la prima volta che lo affronto da quando alleno. Ma la squadra vista oggi vi posso dire che non merita la posizione di classifica in cui si trova. Mi è apparso un gruppo determinato con buone trame di gioco».

Un po’ rammaricato il tecnico del Grottammare Scarfone: «Abbiamo avuto occasioni che potevamo sfruttare meglio soprattutto nel primo tempo contro un Campobasso carico di rabbia anche per l’avvicendamento in panchina. La mia squadra ha mostrato doti di grande corsa e cuore. Il pareggio è giusto, in una gara giocata su un campo al limite della praticabilità. La traversa del finale? Fa parte del gioco, stanno li per essere anche colpite, non mi rammarico di questo. Dobbiamo comunque pensare in ogni gara a vincere poi alla fine prendiamo quello che viene. La gara di Macerata è uno scontro diretto, dove dovremo andare a recuperare i punti persi in casa. Perché il Grottammare è così ultimo? Ditemelo voi se trovate una risposta da dare. io non ce l’ho».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 484 volte, 1 oggi)