SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare, reduce da due sconfitte consecutive ultima delle quali in casa della capolista Fano e dal conseguente scavalcamento in classifica della Maceratese, tenterà domani per la decima volta in questa stagione di “espugnare” per la prima volta il Pirani.
E’ infatti fondamentale per una squadra che deve salvarsi sfruttare il proprio fattore campo ma finora non è stato così per la
compagine di Scarfone che ancora convive col triste record di appena due miseri punti in nove gare casalinghe fin qui disputate. Impossibile pensare di salvarsi con questo score.
In più i biancocelesti arrivano da sei sconfitte consecutive tra le mura amiche e non bastano le scusanti del responsabile dell’area tecnica Pino Aniello che parla di mancanza di cattiveria, episodi sfavorevoli ripetuti, molti gol subiti nel finale di partita e un blocco psicologico dei ragazzi per giustificare questi numeri.
E per provare a sfatare questo bilancio fin qui disastroso, domani arriverà forse il peggior avversario in questo momento, ossia quel Nuovo Campobasso che da due anni cerca inutilmente la risalita nei campionati professionistici, inoltre la squadra molisana fu penalizzata di tre punti ad inizio stagione per un presunto illecito e anche quest’anno sembra destinata ad accontentarsi solo di un posto nei play off, come se non bastasse arriva dalla pesante sconfitta interna di domenica nel derby contro l’Atletico Trivento (una delle sorprese migliori di questo torneo) che ha portato alle dimissioni del tecnico Musella rilevato da D’Agostino (ex Real Marcianise e Benevento).
Tra le file dei padroni di casa, dove Aniello afferma che il rapporto tra Scarfone e i giocatori è buono, mancheranno gli squalificati Polenta e Adamoli. Dovrebbe rientrare dall’infortunio invece il centrocampista Maraschio. Mentre nei rossoblu mancheranno gli squalificati Maglione e Teta ma ci sarà l’attuale capocannoniere del torneo Majella (15 gol all’attivo) l’uomo da temere di più. Sinora in trasferta la formazione molisana ha fatto meglio che in casa totalizzando 19 punti in 10 gare frutto di sei vittorie, un pareggio e tre sconfitte.
All’andata, in Molise, il match terminò in parità (1-1), mentre lo scorso anno al Pirani si imposero i rossoblù per 2-3. Dirigerà l’incontro il Signor Matteo Bottegoni di Terni. Queste le possibili formazioni:
GROTTAMMARE: Addazi (Domanico), Oddi, Mauro (Nicolosi), Vrioni, Cameli, Del Moro, Maraschio (Marini), Rulli, Di Felice (Ottaiano), Maccagnan, Marcatili. All.: Scarfone.
Campobasso: Liccardi, Renzi, Pescatore, Grillo (Marini), Sarno, Lezcano, Fazio, Martone (De Crescenzo), Todino, Di Domenico (Russo), Majella. All. D’Agostino
Il Centobuchi reduce dalla sconfitta interna col Chieti, dovrà vedersela contro una Recanatese, che partita fortissimo (come testimonia anche l’1-3 con il quale espugnò Centobuchi alla 3°giornata) in questa stagione è stata poi vittima della crisi societaria spegnendosi strada facendo ed ora è si a soli -3 dal Centobuchi ma anche a solo +1 dai play out.
Non ridono nemmeno i biancocelesti che vedono allontanarsi sempre di più l’obiettivo play off ora lontano sette punti e vedono avvicinarsi invece la zona play out dalla quale sono solo a + 4 anche se la classifica è corta.
Tra le fila degli ospiti oltre i già indisponibili Coccia e Corradetti mancheranno anche gli squalificati Alessandrini e capitan Simoni. Ma il giudice sportivo ha pure appiedato per un turno l’allenatore in seconda e dei portieri Terrani infliggendo alla società una multa di 400 euro per un lancio da parte di un sostenitore locale di un bicchiere di plastica pieno all’indirizzo del guardalinee pur senza colpirlo.
Dovrebbe giocare dal primo minuto a centrocampo Fondi, ballottaggio al centro della difesa tra l’esperto Erbuto e il giovanissimo Astolfi ( primavera Roma). Dalla sua Pruzzo nonostante le molte assenze in difesa è fiducioso e si aspetta che i giovani salgano in cattedra. Mentre i leopardiani dovrebbero presentarsi al completo con il rientro dalla squalifica di Patrizi e l’esordio di Mauro Puglia ripreso dopo essersi svincolato dalla Renato Curi. Finora il Centobuchi ha uno score in trasferta non eccezionale di 3 vittorie e altrettanti pareggi e sconfitte. All’andata al Comunale di Centobuchi si imposero i giallorossi per 1-3 mentre lo scorso anno il Centobuchi espugnò Recanati per 0-1. Arbitrerà il confronto la Signorina Alessia Lazzaretto di Schio(Vicenza). Questi i possibili schieramenti:
RECANATESE: Lo. Cantarini (Canaletti), Ristè, Patrizi, Iommi, Fermani, Salvatelli (Siroti), Meschini (Virgili), M.Puglia (Moretti), Pica, Senesi, Lu. Cantarini (Pettinari). All. Mobili
CENTOBUCHI: Delfino, Trasatti, Amoroso (Pesce), Croceri, Erbuto (Astolfi), Marranconi, Cesani (Francia) , Fondi, Ingribelli (Miani), Smerilli, Vitone.
All. Pruzzo

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)