MONTEPRANDONE – Il capitano della Nazionale uruguaiana per dare sostanza alle ambizioni della Troiani & Ciarrocchi Monteprandone (serie B maschile, girone D). Si chiama Hermann Wenzel, ha passaporto tedesco e gioca indistintamente da terzino (destro) e da ala. Trent’anni, sveste la maglia dell’Islas Canarias (massima serie uruguagia) per indossare quella celeste dell’Handball Club: l’accordo siglato è fino al prossimo maggio. Wenzel, alla prima esperienza in Italia, sabato pomeriggio (ore 18.30) farà il suo esordio sul campo della capolista Virtus Roma. «Ho accettato con entusiasmo la proposta di Monteprandone. Comincio un’avventura affascinante: mi auguro di poter dare il mio contributo affinché la squadra realizzi il sogno promozione», dice il neoceleste. «Vogliamo provare a fare il salto di qualità», sottolinea la società. Per un Wenzel che arriva, i soliti problemi di infermeria. Anche stavolta coach Romandini dovrà fare i conti con le assenze.

Al palo l’influenzato Consorti e Sciamanna, stiratosi all’inguine (ne avrà per almeno un’altra decina di giorni). Di Marcello, invece, dopo uno stop di tre mesi per la rottura del metatarso del piede, è ormai sulla via del completo recupero: a Roma si accomoderà in panchina, intanto però l’ex Teramo può festeggiare la prima convocazione della stagione. Dopo la lunga pausa natalizia, dunque, oggi è di nuovo campionato. Monteprandone, a 4 lunghezze di distanza dalla prima della classe (a quota 13), chiede alla trasferta romana risposte importanti. Le sintetizza l’allenatore monteprandonese: «Sono curioso di constatare se la pausa ci ha nuociuto e soprattutto se i miei sfodereranno la personalità necessaria per tenere botta alla Virtus». Questi i 14 giocatori convocati per la sfida di Roma: Vecchione, Falà, Poletti D., Poletti F., Salpietro, Di Marcello, Wenzel, De Cugni, Bisirri, Veccia, Fanesi, Nepa, Coccia, D’Angelo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 789 volte, 1 oggi)