SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per mantenersi in buona salute è fondamentale mangiare sano ed in maniera equilibrata. Gli adolescenti, purtroppo, mettono in atto comportamenti errati, che spesso diventano una “regola” ed eccessi o carenze, se protratti nel tempo, rischiano di promuovere malattie strettamente legate all’alimentazione.
Gli errori più diffusi sono :
•▪ Colazione assente
Spesso frettolosa e non idonea a garantire calorie e principi nutritivi: “carburante indispensabile”, per iniziare la giornata.
•▪ Pasti incompleti
Pranzo e cena, per lo più, basati su formaggi e salumi; pasti consumati frequentemente fuori casa e nei fast-food, ad orari più disparati.
•▪ Troppe calorie
Le calorie introdotte sono più di quelle consumate; si mangiucchia continuamente, in conseguenza a pasti principali inadeguati. Il tutto aggravato dalla scarsa attività fisica (computer, videogiochi, studio, TV, pigrizia …).
•▪ Troppi grassi
I grassi vanno ben oltre il 30% delle calorie totali, non tanto come condimento, quanto all’ iperconsumo di alimenti grassi come dolciumi, merendine, snacks salati o dolci, salumi, fritture (cotolette, patatine …).
•▪ Troppe proteine
Si superano di gran lunga il 15 % di proteine raccomandati.
•▪ Troppi snacks
Il dilagare di distributori automatici spinge a scegliere alimenti ad alto contenuto di grassi vegetali e di zuccheri semplici: barrette, dolciumi, bevande zuccherate consumate al posto di frutta fresca di stagione e yogurt
•▪ Troppe bevande zuccherate
Bevande zuccherate e gassate in ogni momento della giornata; l’acqua non esiste
neppure a tavola.
•▪ Troppo alcol
L’alcol non si riferisce all’eventuale consumo di minime quantità di vino ai pasti, ma di superalcolici e birra consumati, in quantità smodata, nei fine settimana.
•▪ Poca fibra
Scarso o assente é il consumo di frutta, verdura, legumi e prodotti integrali, per cui mancano le fibre necessarie, ogni giorno, per il buon funzionamento dell’intestino.
•▪ Poche vitamine
È la conseguenza del limitato consumo di frutta e verdura: frutta fresca (vit. C …), frutta secca (vit. gruppo B) e ortaggi (vit. A …).
•▪ Poco calcio
C’é rischio quando latte, yogurt e formaggi sono mancanti o insufficienti.
•▪ Poco ferro
È carente, per lo più nelle ragazze, quando si consuma poca carne e poco pesce; il ferro dei vegetali (legumi, spinaci…) viene assimilato in misura minore.
•▪ Poco iodio
Di pesce neanche a parlarne! Carente quindi lo iodio e gli Omega 3 (acidi grassi capaci di favorire l’attività delle cellule cerebrali).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.925 volte, 1 oggi)