ASCOLI PICENO – Illustrato nella giornata del 21 gennaio, il bilancio della Provincia di Ascoli per il 2009 ha obiettivi avvenenti: «Proseguire una serie di azioni e di interventi diretti al rilancio del sistema socio economico con investimenti sulle infrastrutture, il capitale umano e la valorizzazione delle notevoli qualità naturali, culturali e sociali del territorio: è l’obiettivo a cui punta il Bilancio di previsione 2009 della Provincia».Il Bilancio 2009 ammonta a circa 151 milioni di euro, con una riduzione di 900 mila euro per quanto riguarda le entrate tributarie, dovuta in gran parte all’attuale quadro di recessione economica con particolare riferimento a una significativa riduzione degli incassi dell’imposta provinciale di trascrizione e dell’RC auto.

«Nonostante ciò – ha dichiarato l’assessore al Bilancio Renzo Offidani – verrà garantito l’equilibrio finanziario senza alcuno aumento di tasse o di tributi».

«Non va trascurato – ha evidenziato il Presidente Rossi –  lo sforzo di contenimento per le spese del personale nel corso del mandato: vi è stata una riduzione delle unità lavorative a vario titolo dipendenti dall’Ente di circa 60 unità. Un dato significativo che si evidenzia nel bilancio con una lieve riduzione delle spese complessive per il personale nonostante la necessità di prevedere rimborsi per il trasferimento di dipendenti nella nuova Provincia di Fermo».

Qualche numero. Per quanto riguarda gli investimenti nelle infrastrutture, nel corso del 2009 sono in fase di realizzazione ed andranno in appalto opere per circa 20,5 milioni di euro per la viabilità, 18,5 milioni per l’edilizia scolastica e il patrimonio, e circa 3 milioni per l’ex Genio Civile e la difesa del suolo, tutte finanziate nell’esercizio precedente. Vanno poi ricordati i 15 milioni di euro delle risorse FAS (Fondo Aree Sottosviluppate) per l’elettrificazione della tratta ferroviaria Ascoli-Porto d’Ascoli e per la realizzazione del sottopasso di via Pasubio a San Benedetto del Tronto. Con le risorse dello stesso fondo, per ulteriori 13 milioni di euro, potrà essere inoltre “cantieriato” nel Fermano il tratto della Mezzina da Molini di Tenna a Girola.

Per la valorizzazione del capitale umano verranno investiti complessivamente 1,7 milioni di euro, che andranno a finanziare 90 corsi per dotare di competenze innovative mille persone. Per quanto riguarda il Work experiences, alle 1500 attualmente in corso, se ne aggiungeranno altre centinaia per un impegno complessivo di quasi 17 milioni di euro nel biennio 2008/2009.

Altra trance è dedicata al sostegno verso le imprese e al reddito dei lavoratori: nel 2009 l’Amministrazione provinciale concorre con 1 milione di euro al Fondo di Solidarietà Regionale volto ad aiutare le piccole imprese a consolidare a medio termine le loro esposizioni bancarie. Per assicurare la continuità del reddito dei lavoratori in cassa integrazione straordinaria, la Provincia anticiperà le risorse necessarie. A questi interventi vanno aggiunte le agevolazioni per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale confermate a lavoratori pendolari e studenti.

L’ultima grande direttrice è quella della valorizzazione delle qualità, intesa come promozione dell’ambiente, del turismo, dell’agricoltura e dei prodotti tipici. Tra le molteplici iniziative rientra il Congresso nazionale dell’“Associazione degli Enologi e degli Enotecnici”, che  si terrà proprio nel Piceno.

Infine, quest’anno la Provincia, attraverso un’azione di coordinamento e di assistenza progettuale ai piccoli Comuni, partecipa al bando relativo all’Asse 5 del F.E.S.R. (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) con 8 progetti integrati che renderà possibile investimenti per oltre 13 milioni di euro a sostegno dello sviluppo locale nel campo dell’ambiente, del paesaggio e dei beni culturali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 486 volte, 1 oggi)