SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ultimo bando della Provincia di Ascoli relativo alle borse lavoro “Work Esperience” per diplomati e laureati c’è stato un boom di domande (1.547) a fronte di risorse disponibili capaci di soddisfarne all’incirca 200.
Il consigliere comunale e provinciale di Alleanza Nazionale Pasqualino Piunti prende spunto da questo dato per lanciare una serie di critiche all’operato dell’amministrazione comunale sambenedettese riguardo alla gestione della crisi economica ed occupazionale: «A fronte di una percentuale di disoccupazione regionale del 7%, nel Piceno quindi anche a San Benedetto questa quota si innalza e oscilla tra il 22 e 23%. Ora ben venga l’Onorevole Savino Pezzotta, grande conoscitore di problemi sociali, a parlare nella nostra città e dare dei suggerimenti, ma l’impressione è che l’Amministrazione comunale si sia limitata, per quanto riguarda il sociale, a una mera elencazione di bisogni e situazioni contingenti, senza però attivare iniziative funzionali alla risoluzione anche in parte di essi. Una conduzione ragionieristica più che politica di un settore dove l’impegno e il monitoraggio dovrebbero essere ininterrotti proprio perché soggetto a continui cambiamenti dei bisogni dei cittadini».
Piunti poi rincara la dose rinfacciando le spese del Palazzo: «Una amministrazione che vuole essere credibile e vicina a chi è in difficoltà o senza lavoro, dovrebbe dare segnali positivi e di fiducia nel suo agire amministrativo, invece questa giunta con i 550mila euro erogati per incarichi solo nel 2007, con altri 557mila spesi in più nel sociale per il rinnovo delle convenzioni senza ritorno per gli ospiti-utenti, con le spese folli di rappresentanza e per gli arredi fiabeschi dei loro uffici, ma soprattutto con gli aumenti indiscriminati delle tasse, l’addizionale I.R.P.E.F.su tutte, scoraggia ancora di più chi ha riposto aspettative nell’Amministrazione pubblica».
«L’auspicio è che nel Consiglio Aperto del 26 gennaio richiesto dall’opposizione ci sia un impegno e un progetto che possa ridare un po’ di sollievo alle famiglie che fanno tanta fatica a superare tutte le necessità giornaliere. Noi interverremo con le nostre proposte».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 679 volte, 1 oggi)