ASCOLI PICENO – Tempi duri per l’economia internazionale, e anche quella picena non scherza.
La Provincia di Ascoli Piceno ha predisposto dal 27 gennaio al 13 febbraio l’erogazione della seconda anticipazione sulle spettanze relative alla cassa integrazione straordinaria. Come avvenuto lo scorso mese, i lavoratori che hanno diritto alla CIGS potranno recarsi nel più vicino sportello della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno per ritirare l’anticipo di 500 euro.
Alle otto aziende già interessate al provvedimento (Tamy di Fermo, Moki di Monte Urano, Nuova Orsa Maggiore di Monteleone di Fermo, Foodinvest Verde di San Benedetto del Tronto, L’Aquilone di Ascoli Piceno, Meka 2000 di Grottammare, Aken di Offida, Sophia di Altidona) si è aggiunta questo mese, purtroppo, la Melania di Offida.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.172 volte, 1 oggi)