CUPRA MARITTIMA – Recentemente è stato allestito un cantiere in via Cavour. Si tratta del principio della ristrutturazione della chiesa di San Basso.

Spiega a proposito, dalle pagine del giornale “La Domenica”, Don Luigino Scarponi, parroco di Cupra Marittima: «Il primo stralcio dei lavori sarà la messa in sicurezza del campanile, poi si passerà al consolidamento dei pilastri interni della chiesa, poi rifaremo il tetto, verranno restaurati i dipinti della volta del Pauri, poi si rifarà il pavimento con riscaldamento sotto e infine l’adeguamento liturgico del presbiterio».

Illustra Don Luigino: «Il cantiere è della ditta Cuprasfalti, il progetto è dell’ingegner Malatesta, mentre l’adeguamento liturgico sarà a cura dell’Equipe di Architettura e Arte per La Liturgia dell’Apostolato Liturgico di Roma».

Sottolinea il parroco: «Sono lavori improrogabili: la nostra chiesa ha 120 anni e necessita di una profonda revisione. L’economo della diocesi, Don Federico, ha presentato la pratica alla Cei per un contributo di 300.000 euro dall’8 per mille».

«È dal marzo 2003 – conclude Don Luigino – che stiamo lavorando a questo progetto con una commissione da me costituita per affiancarmi nel condividere questa grande responsabilità. A giorni inizieremo una prima raccolta di fondi che ci consentirà di raggiungere la somma presunta di 688.214,37 ,i va esclusa, necessaria per portare a termine i lavori. All’accensione del mutuo chiederemo, alle famiglie che vorranno collaborare, 10 euro al mese fino alla sua estinzione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 588 volte, 1 oggi)