SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama “Billemì” (“Bello mio”) la mostra del pittore sambenedettese Nazareno Luciani, che potrà essere vista alla Palazzina Azzurra dal 24 gennaio al 24 febbraio. L’inaugurazione, appunto, è fissata per sabato prossimo, 24 gennaio, alle 16,30: successivamente la Palazzina Azzurra sarà aperta dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, dal martedì al sabato.

In mostra tutte opere di produzione recente, tra la fine del 2007 e il 2008.

Nazareno Luciani esporrà le opere più recenti, realizzate tra la fine del 2007 e il 2008. Luciani aveva già esposto a San Benedetto nel 1988, alla sala Cedic di via Giovanni XXIII. Luciani conduce una ricerca artistica da oltre 30 anni, durante i quali ha tenuto oltre 40 mostre personali in città come Roma, Milano, Verona, Bari, e anche all’estero, non soltanto con opere pittoriche, ma anche scultoree.

Il catalogo della mostra “Billemì” è stato realizzato nel formato di un quotidiano tabloid, con testi di Alessandra Morelli (“Giri di giochi e di sogni”), Francesco Scarabicchi (“L’oro bianco del vero”) e Benedetta Trevisani (“Alle radici del processo creativo”).

Dal testo della Morelli: “Rimane piuttosto evidente che la storia di Nazareno Luciani sia quella di un uomo dolcemente naufragato nella soluzione dell’arte mentre era intento a riscrivere in senso surreale l’ordine delle cose la sua stessa vicenda personale. Ecco il motivo per cui risulta particolarmente difficile, poi, scindere l’autore dalla sua opera: ogni singolo elemento, dagli smalti ai supporti, sembra essere appendice del più che percepibile carattere volitivo dell’artista, della sua timida scontrosità e dell’entusiasmo fragoroso, delle parole che fluiscono, sempre dirette, sempre generose. Nazareno Luciani è di fatto la mappa vivente del suo divenire, oltre che testimonianza schietta dell’incontro con la materia pittorica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 803 volte, 1 oggi)