SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rivive la tradizione dei “Cantori della pasquella” o “Cantori di sant’Antonio”, che oggi pomeriggio, venerdì, vigilia del giorno dedicato al santo, hanno fatto visita al Comune, vestiti nei tipici abiti popolari, per cantare canzoni legate alla ricorrenza, accompagnati da vari strumenti. Ad accoglierli il sindaco Gaspari, il presidente del Consiglio Capriotti, l’assessore alla Cultura Sorge e il consigliere Laversa, che hanno intonato vari brani, fino alla conclusiva “Nuttate de luna”.
I “Cantori” erano quest’anno in un organico più ampio del solito: 25 elementi della corale “Riviera delle palme”, guidati dal maestro Fabrizio Urbanelli (flauto), con Sergio Capoferri organetto, Stefano Almonte Lalli chitarra e Giuliano Piunti nella tipica percussione detta “rebbecò”.
Gli altri “cantori” erano Giuseppina Angelini, Isabella Ambrosi, Maria Bamonti, Ivana Bernardini, Guido Cameli (nei panni di “sant’Antonio” o “lu vecchiò”), Lidia Candeloro, Enzo Cicchiello (presidente della corale), Adele Della Nave, Luigi D’Orazio, Vincenzo Grasso, Licia Infriccioli, Wanda Marozzi, Anna Marra, Rosa Pelaco, Lancina Perez, Manuela Petrelli, Annamaria Quattrini, Giovanni Quinzi, Angelo Virgili, e il piccolo Matteo Forconi. Dopo i canti, l’esito della tradizionale “questua”: una merenda con pane, salumi, pagnottelle di sant’Antonio e vino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 748 volte, 1 oggi)