RIPATRANSONE – Le dichiarazioni del sindaco Paolo D’Erasmo hanno suscitato la reazione di Alessandro Filiaggi, presidente dell’Erap (ente regionale abitazione pubblica), che non ha gradito la convocazione programmata per lunedì 19 gennaio. L’amministrazione ripana ha organizzato un incontro con l’Erap e i tecnici dell’Enel e dell’Italgas per sollecitare l’ultimazione e la consegna degli alloggi di edilizia pubblica che le famiglie ripane ormai aspettano da dieci anni.
Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa inviata dal presidente dell’Erap:
«In riferimento alle dichiarazioni del Sindaco di Ripatransone apparse sulla stampa in questi giorni, questa amministrazione esprime vivo stupore e sconcerto per le gratuite accuse formulate contro l’Erap, che sarebbe responsabile di ben 10 anni di ritardo nella realizzazione di un edificio.

Il sindaco purtroppo dimentica che, solo grazie alla fattiva collaborazione dell’Ente, il quale ha stanziato proprie risorse per oltre un milione di euro, è stato possibile elaborare e procedere all’attuazione del piano di recupero urbano dell’area ex Ripana Mobili.
Sempre e solo grazie all’intervento dell’Erap è stato possibile superare le problematiche derivanti dal fallimento della ditta, dal venir meno dell’apporto di capitali privati inizialmente previsti, fino alla bonifica ambientale dell’area.

Il sindaco dimentica anche che l’Ente ha dovuto attendere oltre un anno l’autorizzazione comunale occorrente per la realizzazione dell’impianto fognario e che il Comune stesso ha perduto la documentazione statica necessaria per il collaudo dell’edificio, provocando ulteriori ritardi.

Il sindaco, infine, si è ben guardato dal precisare che l’Ente ha già chiesto il rilascio dell’agibilità e che ha trasmesso al Comune le piantine degli alloggi, invitandolo a procedere nel frattempo alla loro assegnazione, proprio allo scopo di accelerare i tempi di consegna degli appartamenti.

Come è noto da tempo l’unico ritardo riguarda l’allaccio del gas da parte della azienda erogatrice, che lo stesso Sindaco si era impegnato a sollecitare, insieme a questo Ente, e che si spera venga effettuato entro breve tempo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 907 volte, 1 oggi)