RIPATRANSONE – E chi l’avrebbe mai pensato. Né i 28 punti in classifica, né l’appartenenza al quintetto di testa hanno fatto desistire mister Leli dall’abbandonare la panchina della Ripa. I motivi vanno ben oltre.
La sconfitta con il Ciabbino e il pari con l’Offida hanno indotto alcuni facinorosi tifosi amaranto ad uno scambio verbale piuttosto acceso con il trainer ripano tanto da indurre quest’ultimo a prendere l’irremovibile decisione di lasciare la panchina.
«La scelta di andare via è stata improvvisa – ha dichiarato la Presidente Perazzoli – alcuni tifosi lo hanno contestato immotivatamente. La società si distacca da questo loro comportamento. Non è stato piacevole e l’allenatore è stato irremovibile».
Al suo posto è stato chiamato Zaini. «Volevamo una persona capace di mettersi in gioco. Non tutti gli allenatori sono disponibili a farlo a campionato in corso. Ci aspettiamo che continui su questa linea» ha proseguito la patron.
«Zaini spero che porti una ventata di energia positiva. E’ giovane, ha spesso allenato i settori giovanili importanti come quello della Samb, ha lavorato con i giovani e la Ripa è una società che crede nei giovani» ha concluso la Presidente Perazzoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)