SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sulla variante generale al Piano Spiaggia allo studio dell’amministrazione comunale, l’Udc si discosta dalla sua recente linea di sostegno alla maggioranza promettendo una opposizione dura.
Queste le parole di Marco Lorenzetti, capogruppo in Consiglio comunale del partito centristra: «Nuovo Piano Spiaggia, altro cemento sul nostro turismo. Questa è la mia prima impressione su un progetto urbanistico che vede aumentare le cubature ai già invadenti stabilimenti balneari sambenedettesi. Non bastavano le discoteche abusive improvvisate in estate e le recinzioni metalliche già presenti sul nostro litorale ai primi di settembre, ora l’amministrazione comunale si appresta ad autorizzare altro cemento sugli ultimi spicchi di mare visibili ai sambenedettesi. Chiederò al partito di valutare un’opposizione dura al nuovo Piano Spiaggia dell’amministrazione comunale che segue di pochi anni quello già approvato dalla precedente amministrazione».

Lorenzetti indica poi quelle che ritiene le priorità per la nostra città: «Riqualificazione del lungomare nord, del molo sud, lottare contro l’erosione marina sulle nostre coste e all’interno dell’oasi Sentina, la riqualificazione del nostro porto, sono le priorità della nostra città e non la concessione di altro cemento su cemento. Per difendere le nostre coste servono nei prossimi tre anni 3,5 milioni di euro in infrastrutture e ripascimento, attualmente l’importo stanziato è pari a zero».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 584 volte, 1 oggi)