SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un gruppo di genitori i cui bambini frequentano la scuola elementare G. Moretti si incontreranno in Comune il 20 gennaio alle 16,30 con il sindaco Giovanni Gaspari accompagnato, tra gli altri, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Margherita Sorge. Motivo: molti bambini della scuola hanno iniziato a rifiutare il cibo della mensa.

All’inizio non è stato dato molto peso al fenomeno in quanto sembrava solamente una questione di gusto che spesso, a quella età, può essere dettata da svariati motivi. Persistendo la situazione alcuni genitori hanno pensato bene di rendersi conto di persona e sarebbe stato appurato che la qualità degli alimenti si è rivelata talmente scarsa da giustificare a pieno la reazione dei piccoli.

E’ iniziata così una raccolta di firme sul numero delle quali c’è forte discordanza. Da parte dei firmatari si parla di un centinaio di sottoscrizioni mentre dal Comune fanno sapere che le stesse non raggiungono la quarantina. Sta di fatto che ad esse ha fatto seguito un regolare esposto sia alla Asl che all’amministrazione comunale.

Lo stesso primo cittadino Giovanni Gaspari, messo al corrente ed allarmato del problema, si è subito attivato per fare piena luce sulla situazione. Anche se, nella lettera di convocazione del 12 gennaio inviata ai genitori firmatari, si dice:

«Sorpreso e sconcertato da quanto espresso nella Vs. comunicazione poiché risulta in contrasto con un positivo giudizio del servizio mensa erogato espresso in vari incontri. Né risulta agli uffici comunali competenti alcuna segnalazione in tal senso».

Il tono di questo paragrafo della missiva sembra  aver irritato non poco alcuni degli stessi destinatari tanto che uno di essi ha commentato: «Non è certo questo il modo migliore per iniziare un confronto. Dal tono sembra quasi che dovremmo sentirci noi in colpa. Ed a priori». Da parte sua l’assessore Sorge intervistata da Rivieraoggi.it si limita a precisare: «Abbiamo provveduto immediatamente a fare gli accertamenti del caso e appena ricevuti i risultati abbiamo subito convocato un incontro con i genitori firmatari per parlare insieme del problema e rispondere alle loro domande».

Quella delle mense sembra stia diventando una vera e propria emergenza, per vari motivi, di questo inizio di anno. Basti citare i casi, ancora freschi di nota, dell’aumento delle tariffe a Grottammare e quello dell’Ospedale civile “Madonna del Soccorso” che ha richiesto addirittura un sopralluogo dei Nas con indagini tutt’ora in corso. Anche in quest’ultimo caso, alla base dell’intervento delle Autorità Giudiziarie, ci sarebbe la qualità del cibo, non corrispondente a pieno agli standard minimi di qualità prescritti per forniture del genere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.368 volte, 1 oggi)