ACQUAVIVA PICENA – «I presepi erano una sciccheria, ciascuno nella sua specificità: tradizionale, moderno, naturale, storico. Con mia gran soddisfazione, ho saggiato il consenso, unanime, dei visitatori, e locali e provenienti da fuori zona».

Così ha esordito il sindaco di Acquaviva Picena, Tarcisio Infriccioli, intervenendo alla premiazione dei partecipanti a “La Via dei Presepi”. Epilogo della fortunata rassegna natalizia, nata nell’ambito del progetto “Presepiando & altro”, realizzato in consorzio con i comuni di Monteprandone e Monsampolo del Tronto, la cerimonia si è svolta la scorsa domenica 11 gennaio, presso la Sede Municipale di Palazzo Chiappini.

«Circa 3000 presenze – ha continuato un tanto compiaciuto quanto emozionato Davide Portelli, ideatore, nel 2007, con il supporto dell’assessorato al Turismo e Cultura della locale Amministrazione Comunale, della manifestazione – è il bilancio più che positivo di quest’edizione, nonostante le avverse condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato buona parte delle festività».

A riprova della veridicità di tali dichiarazioni, la molteplicità di firme ed apprezzamenti lasciati dai visitatori sulle pagine dei registri, collocati all’interno degli otto punti costituenti il suggestivo itinerario. Di varia provenienza, seppur, particolarmente, dall’Italia centrale, l’affluenza, come si evince anche dalle numerose schede – 447 – d’adesione al concorso “Acquaviva e i Presepi – sezione visitatori”, volto a premiare il miglior apprendista presepista. Forte delle sue 127 preferenze, è risultato vincitore l’acquavivano Carlo Travaglini. A seguire, la rivierasca Scuola Primaria III Circolo di San Benedetto del Tronto (62 voti), con la maestra Francesca Pelletti, e, al terzo posto, la Scuola dell’Infanzia di Acquaviva Picena, capitanata dall’insegnante di Religione Daniela Damiani (46). Il primo classificato s’è aggiudicato una fotocamera digitale Nikon, mentre i secondi un pacco – dono “Delizie d’inverno”, fornito dal supermercato Coal di Rossi Pio. Alle medaglie d’argento, per finire, è stata consegnata una confezione di vini piceni, offerta dall’Azienda vitivinicola San Francesco di Cherri Paolo.

Premi anche per quattro fortunati estratti, tra i visitatori stessi, che hanno vinto altrettanti buoni per una cena per due persone, presso gli agriturismi Azzurro e Nonna Peppa, la Locanda del conte ed il ristorante – pizzeria 1941.

Elogiati, dal primo cittadino e dal vice Teodorico Compagnoni, che non ha mancato di ringraziare i numerosi presenti, con speciale riguardo i bambini, anche gli altri sei presepi in concorso, realizzati, con sapiente maestria, da Renata Napoletani, Gian Battista Burrasca, i fanciulli Andrea e Giulia Zappasodi, Luigino Fazzini, il Gruppo Piccoli Missionari e le Suore di Bethania. Ciascuno ha ricevuto, quale riconoscimento, un attestato di partecipazione a “La Via dei Presepi”.

Diplomi di ringraziamento, altresì, a quanti hanno collaborato all’iniziativa, attribuendole quella risonanza e valore aggiunto tali da decretarne un simile successo. A cominciare dai vari consorzi cittadini: Palio del Duca, Videoincontri, Laboratorio Terraviva e Associazione turistica Pro Loco. Per finire, la Confraternita Madonna del Rosario, i Frati Agostiniani Scalzi del convento san Lorenzo martire, la chiesa san Niccolò da Bari, guidata da don Dino Pirri, ed il Gruppo Scout Acquaviva Picena 1. Non ultima, l’Associazione Italiana Amici del Presepio – sezione di San Benedetto del Tronto, che ha fornito buona parte delle sacre rappresentazioni esposte.

Un encomio speciale, per il loro preziosissimo contributo, da parte del primo cittadino, ai consiglieri comunali Maria Pia Olivieri e Davide Portelli, nonché all’assessore alle Attività Produttive e Rapporti con le associazioni Francesco Sgariglia.

Da non dimenticare, alcuni ragazzi, che, a vario titolo (allestimento presepi e luminarie, organizzazione concorsi, rapporti con le stampa e custodia degli immobili) hanno cooperato alla riuscita della manifestazione: Daniele Capretti, Roberto Carosi, Alessandro Quinzi, Daniela Spinelli, Paride e Francesco Traini, Rita Capecci.

«La manifestazione – hanno concluso all’unanimità gli amministratori intervenuti – sarà certamente replicata e, con l’impegno di tutti, perfezionata».

Un ringraziamento, da parte di Portelli, all’Associazione Palio del Duca, per la Iª edizione della “Natività in piazza del Forte”, in costume medioevale, che, lo scorso 6 gennaio, ha chiuso in bellezza il calendario degli eventi natalizi della “Città di Sponsalia”. Organizzata dal consorzio presieduto dal cav. Nello Gaetani, su idea dello stesso Portelli, è stata realizzata in collaborazione con le associazioni Pro Loco e San Francesco, la parrocchia san Niccolò da Bari, l’Istituto Scolastico Comprensivo, il Gruppo Scout ed ha visto la partecipazione straordinaria dei Cantori di sant’Antonio; riuscendo a calamitare ai piedi della Fortezza centinaia di curiosi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.613 volte, 1 oggi)