CUPRA MARITTIMA – Prosegue, sulla scia dei precedenti appuntamenti artistici, alla Galleria Marconi di Cupra Marittima, la rassegna “Gallerista sull’orlo di una crisi di nervi“. Domenica 18 gennaio alle ore 18,30 verrà, infatti, ufficialmente inaugurato il terzo incontro in programma dopo le interessanti collettive Dittici e Narrazioni fotografiche. In questa occasione quattro artisti marchigiani proporranno le loro ricerche e i rispettivi lavori, accompagnati da testi di Stefania Palanca e Dario Ciferri.

Il titolo della mostra, “Marche Centro d’Arte”, rispecchia il desiderio degli organizzatori di raccontare il panorama artistico della Regione Marche, centro di propulsione di produzioni vivaci, spesso però frazionate in realtà isolate. L’esposizione mira, così, a far convivere queste singolarità con la pluralità delle vedute degli artisti. In siffatta cornice, si inserisce Roberto Cicchiné, le cui storie «sono provinciali, come provinciale – nell’accezione positiva di osservare con occhio curioso e sempre nuovo – è il suo modo di porsi di fronte ai propri soggetti», scrive Stefania Palanca; ma anche Daniele Duranti, nelle cui storie rivivono frames fotografici di scene metropolitane, portate sulla tela. Nardi e Scopetta giocano a recuperare oggetti di uso comune e ne reinventano significati e strutture in una dimensione al contempo seria e paradossale. Rita Soccio, infine, preleva dal mondo della pubblicità personaggi entrati nell’immaginario comune e li coinvolge in una sorta di reality romantico. Siamo di fronte al brand pubblicitario che, come sostiene Ciferri, «esce dai suoi schemi e cerca di godere delle gioie di una vita reale.

L’esposizione durerà fino al 14 febbraio, dalle 16,30 alle 20. Chiuso la domenica. Altre informazioni sul sito siscom.it/marconi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 911 volte, 1 oggi)